Background ADV
  • Venerdì 26 Maggio 2017 - Aggiornato alle 17:04

Bilancio, sì dei revisori dei conti. In aula il 5 maggio con l’incognita maggioranza. Iaverone: aspiriamo ad approvarlo in prima convocazione

La capigruppo stabilisce le tappe per approvare il documento di previsione. Giacobbe: “c’è compattezza, ma la verità si vede solo in aula”. Domani in giunta l’approvazione della liquidazione del Teatro

Bilancio, sì dei revisori dei conti. In aula il 5 maggio con l’incognita maggioranza. Iaverone: aspiriamo ad approvarlo in prima convocazione

Via libera dei revisori dei conti al bilancio di previsione 2017/19 e al documento unico di programmazione: la lunga seduta di consiglio comunale per l'approvazione inizierĂ  il 5 e 6 maggio con la prima convocazione e, in caso di mancanza del numero legale, l'8, 9 e 10 in seconda chiamata.

«La nostra aspirazione è arrivare al voto in prima seduta con 17 consiglieri, e il clima appare abbastanza sereno. Anche i pareri dei revisori che, da una prima lettura non sembra abbiano fatto grandi osservazioni, rincuorano in questo senso perché garantiscono tutti i consiglieri» commenta l'assessore al bilancio Maria Elena Iaverone a margine della conferenza dei capigruppo che ha stabilito le date del consiglio in tempo utile, prima dell'arrivo della diffida prefettizia per non aver provveduto all'approvazione entro il 31 marzo.

Non verrà convocato il consiglio comunale sul Teatro, inizialmente previsto per lunedì prossimo, perché bisogna approvare la delibera di messa in liquidazione prima in giunta, passaggio che avverrà nella mattinata di domani quindi non in tempo utile al deposito agli atti almeno cinque giorni prima della seduta. La messa in liquidazione dell'Istituzione, contestualmente al piano d'impresa e alla ricapitalizzazione dell'Acs, arriveranno in aula molto probabilmente contestualmente al bilancio di previsione come primi punti all'ordine del giorno.

«Stabilite le date, dalla prossima settimana avvieremo una serie di incontri di maggioranza – annuncia il capogruppo Pd Giuseppe Giacobbe- per trovare la quadra. In questo momento la maggioranza appare compatta, ma bisogna attendere il consiglio comunale per vedere se realmente avremo i diciassette voti necessari alla prima convocazione. In queste settimane lavoreremo per questo».

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.