Background ADV
  • Lunedì 23 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 08:19

Universiadi, da Napoli via libera al finanziamento. Sì anche alla pista di atletica del Coni

Confermati due milioni e mezzo di euro per Campo Coni, Palazzetto dello Sport e Stadio. Lavori da appaltare entro gennaio del 2018. Incontro tra la struttura regionale, l’assessore Tomasone e il delegato allo sport Giacobbe

Universiadi, da Napoli via libera al finanziamento. Sì anche alla pista di atletica del Coni

L'Agenzia Regione Universiadi conferma il finanziamento da due milioni e mezzo di euro per il rifacimento del look di Campo Coni, Palazzetto dello Sport e Stadio in vista dell'appuntamento del 2019. E' quanto emerso nel corso del confronto tra il direttore generale del programma, l'ingegnere Gianluca Basile e i rappresentanti del Comune di Avellino, l'assessore all'urbanistica Ugo Tomasone e il delegato allo sport Giuseppe Giacobbe.

Via libera alle ipotesi progettuali presentate da Palazzo di Città per lavori che dovranno essere appaltati entro gennaio 2018 e terminare, inderogabilmente, entro la fine dell'anno. Ora dunque bisogna solo accelerare per la progettazione definitiva sulla base rimodulazione dei costi per ogni singolo intervento che, e questa è la novità, comprenderà anche il tanto atteso rifacimento della pista di atletica della struttura di via Tagliamento.

«Si tratta di un'occasione imperdibile per la città e per lo sport- commenta Giacobbe- all'Aru hanno confermato tutti gli impegni presi, dall'investimento economico, alla scelta del "Del Mauro" quale sede per la finale di basket delle Universiadi che sarà ripresa dalle tv di tutto il mondo, con l'importante novità del finanziamento da circa 250mila per il rifacimento della pista di atletica del Campo Coni».

Per quest'ultima struttura, individuata dall'agenzia come campo di allenamento per il tiro con l'arco (le gare di questa disciplina dovrebbero poi disputarsi al "Partenio Lombardi" ndr.), le risorse previste si aggirano intorno ai 770mila euro per rimettere in sesto spogliatoi e recinzione, comprensivi, grazie al recupero delle economie di gara, dei fondi necessari alla pista; 900mila euro circa per l'intervento piĂą importante, quello al Palazzetto dello Sport dove bisognerĂ  mettere a punto il sistema energetico, il cablaggio della rete telematica e le postazioni per le delegazioni estere, mentre 970mila euro saranno destinati allo stadio per interventi su alcuni ambienti interni alla struttura.

«Per accelerare quanto più possibile l'iter- aggiunge il consigliere Giacobbe- abbiamo immaginato di nominare un responsabile unico del procedimento per ogni singolo progetto in modo da arrivare quanto prima alla fase di pubblicazione delle gare di cui si occuperà direttamente l'agenzia regionale. Ci rimboccheremo le maniche per evitare, come spesso è accaduto, di non riuscire a terminare in tempo i lavori. In quel caso, non solo perderemmo il finanziamento, ma la città farebbe una magra figura a livello mondiale».

Giacobbe replica anche al presidente del Coni provinciale Giuseppe Saviano che, proprio ieri, aveva detto "non bastano le Universiadi a risolvere il problema delle strutture sportive comunali, servono organizzazione e programmazione" (leggi qui). «Ne siamo più che consapevoli- conclude Giacobbe- ma è innegabile che sfruttando al meglio questa opportunità, restituiremo alla città tre strutture al passo con i tempi, in particolare, quella che sta più a cuore e che da tempo necessita di interventi, il Campo Coni. E' chiaro che servirebbero interventi anche altrove, penso ai campi di calcio di San Tommaso e Borgo Ferrovia, ma il Comune non potrà accendere neanche mutui a tasso zero presso il Credito Sportivo, vista la condizione di ente strutturalmente deficitario. Potrebbe però farlo il Coni».

Ultima modifica ilVenerdì, 16 Giugno 2017 20:34

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.