Background ADV
  • Martedì 16 Gennaio 2018 - Aggiornato alle 16:14

Comune, maggioranza a spasso, salta la seduta. Festa: dopo più di quattro anni di disastri altra offesa alla città

Solo in quattro tra i banchi alla sinistra del sindaco. Preziosi: nulla di nuovo purtroppo. Le assunzioni? Chiederemo un consiglio straordinario e l'annullamento

Comune, maggioranza a spasso, salta la seduta. Festa: dopo più di quattro anni di disastri altra offesa alla città

Com'era ampiamente previsto va in seconda convocazione, domani pomeriggio, la seduta di consiglio comunale dedicata ad una serie di informative su piscina comunale, politiche abitative e sociali, dopo la richiesta di gruppo di opposizione "Si Può". Questo pomeriggio in aula la solita scena: solo quattro i consiglieri di maggioranza presenti e opposizione che non ha mancato di criticare l'atteggiamento della parte dell'aula che sostiene il sindaco Paolo Foti. «Non credo che ci sia più da meravigliarsi rispetto alle assenze della maggioranza - ha detto il capogruppo della minoranza, Costantino Preziosi, a margine della seduta durata pochi minuti - anche oggi è andato in scena il consueto copione, peraltro su argomenti molto seri che avevamo portato all'attenzione dell'aula. E lo stesso faremo con la vicenda assunzioni (sollevata dallo stesso Preziosi) per la quale chiederemo una seduta straordinaria e l'annullamento in autotutela di un provvedimento che riteniamo illegittimo». Preziosi stigmatizza questo atteggiamento e, per stare alle politiche sociali, fa riferimento «ad una latitanza complessiva dell'amministrazione, mentre per tornare alle assunzioni ho presentato tre esposti alla Guardia di Finanza poiché ritengo che l'attività svolta non sia conforme alle regole, ma potrei anche sbagliarmi vedremo all'esito degli accertamenti. Comunque più di dirle in anticipo le cose non posso, del resto ho fatto lo stesso sul Bilancio e avete visto come è andata. Peccato, sarebbe stato utile parlare di come mettere fuori dagli alloggi gli abusivi, ad esempio, perché non c'è il bando per l'assegnazione. A me le campagne elettorali interessano poco o niente, punto solo all'interesse dei cittadini». Se Preziosi attacca duramente l'amministrazione, che ha più volte messo in difficoltà, Gianluca Festa, che siede nei banchi della maggioranza ma è sempre stato un oppositore del governo Foti, allarga la valutazione anche ai prossimi appuntamenti elettorali. «E' oramai da tempo che questa maggioranza non ha più nulla da dire - commenta - dopo aver fatto danni per quattro anni e mezzo. E' un'offesa alle istituzioni che Avellino non merita, mi auguro che gli elettori ricordino tutto questo quando si voterà a maggio». Prima di allora, però, ci sono le Politiche e il nome di Festa è venuto fuori come possibile candidato nel proporzionale, anche se in posizione non utile, per cercare di portare voti alla lista. «E' una cosa che non auspico - dice - c'è una lotta sfrenata per conquistare i posti utili, ma se il partito dovesse chiedermi un impegno non potrei sottrarmi anche per dare un esempio di servizio al partito senza pretendere nulla». Rispetto alle alleanze ed alle candidature possibili al di fuori del Pd, Festa afferma che «tutto sarà deciso a Roma, ma le condizioni in cui versa il partito irpino non ci consentono di far sentire una voce forte e, proprio per questo, dovremo prendere atto di ciò che decideranno i vertici nazionali. Sarà comunque difficile, visti anche i disastri amministrativi soprattutto in città e considerando l'incidenza del territorio di Avellino sui collegi». Sul futuro, leggi amministrative, Festa (che sarà protagonista annunciato) non si sbilancia. Primarie o no, per scegliere i candidato sindaco? «Credo che dopo il 4 marzo cambierà il mondo. Oggi noto una certa incontinenza verbale, ma credo sia il canto del cigno. Dopo tutte queste macerie bisognerà pregare le persone per candidarsi, sopratutto se nelle liste ci saranno persone che rappresentano la continuità con questa fallimentare amministrazione».

Ultima modifica ilGiovedì, 11 Gennaio 2018 17:43

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.