Background ADV
  • Martedì 16 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 08:12

Rifiuti: anche carta e vetro a campo Genova per contrastare l'abbandono

Ordinanza urgente del sindaco che autorizza Irpiniambiente ad aprire le porte (da inizio febbraio) dell'isola ecologica di via Zoccolari al conferimento anche di altri materiali. Sulla variante 7bis aree di sosta invase, casi di abbandono anche nei pressi di Montefredane mentre si pensa a premialità per chi conferisce meglio

Rifiuti: anche carta e vetro a campo Genova per contrastare l'abbandono

Con una ordinanza "contingibile ed urgente" il sindaco di Avellino Paolo Foti apre le porte di campo Genova (centro Raee) anche al conferimento di carta, cartone, vetro e materiali misti (rifiuti costituiti da imballaggi di diverso materiale, tra loro raggruppati) e olii vegetali  lasciando ovviamente invariati i conferimenti abituali.

Irpiniambiente, gestore dell'area fa sapere che dall'inizio del mese di febbraio, tempo necessario per far arrivare le attrezzature idonee ad ospitare il conferimento,  gli utenti domestici  potranno conferire nel centro alle spalle della curva Nord dello Stadio Partenio Lombardi anche questi materiali, in aggiunta all'abituale conferimento di rifiuti ingombranti, toner, pneumatici ecc... La modifica, si legge nell'ordinanza emessa "in condizioni di eccezionale e urgente necessità per la salute pubblica", si è resa necessaria per garantire" la corretta gestione del ciclo integrato dei rifiuti ed evitare l'incremento dell'abbandono incontrollato dei rifiuti sul territorio comunale con conseguente aggravio nocumento per la salute dei cittadini e la salvaguardia dell'ambiente".

Il Comune ed Irpiniambiente provano a porre un freno alla rituale, incivile, usanza dell'abbandono dei rifiuti proliferato con l'avvio del nuovo piano di raccolta differenziata. Il fenomeno in città va pian piano affievolendosi anche grazie alle telecamere di controllo sistemate nei punti dove l'abbandono è prassi e le 70 contravvenzioni già elevate per un totale di 42mila euro da parte della Polizia Municipale. Deterrenti che non fanno demordere coloro che proprio non riescono a separare i rifiuti dall'unica busta, e non riescono a capire che i rifiuti ingombranti possono essere conferiti GRATIS all'isola ecologica di Avellino. Gli stessi che hanno scelto di depositare di tutto sulle piazzole di sosta ed emergenza sulla SS 7 bis. In entrambi i sensi di marcia, nel tratto di competenza del comune di Atripalda, sono stati depositati rifiuti di ogni genere. Il più voluminoso ed evidente è un materasso anche ben imballato, ci sono scarpe, vetro, secchi di vernice, pneumatici oltre a sacchetti di immondizia mista in alcuni casi evidentemente riconducibili ad attività commerciali e di ristorazione. Gesti deplorevoli che testimoniano anche che a sversare nelle zone periferiche della città in passato erano anche cittadini di altri comuni. A confermarlo la quasi paradossale denuncia del sindaco di Montefredane Valentino Tropeano che a ridosso della località Boscomagliano, nel territorio di Avellino, ha dovuto provvedere alla rimozione di rifiuti con il personale del proprio comune.

Per incentivare la raccolta, o disincentivare gli sversatori, l'assessore all'ambiente del comune di Avellino Augusto Penna ha anche annunciato premialità a cittadini, enti pubblici ed esercizi commerciali più attenti alla raccolta differenziata attraverso dei concorsi. Nel frattempo si sta studiando anche un orario diverso di conferimento, anticipato nei periodi più freddi per agevolare soprattutto gli anziani. 

Ultima modifica ilVenerdì, 12 Gennaio 2018 11:18

3 commenti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.