Background ADV
  • Giovedì 19 Luglio 2018 - Aggiornato alle 00:25

Piazzale della Resistenza a Casapound: dietrofront del Comune

Sollecitato da una comunicazione del consigliere Giordano durante l’assise comunale e dalle polemiche sorte dopo l’emanazione dell’ordinanza, Foti chiama il comandante della Municipale Arvonio per farla revocare

Piazzale della Resistenza a Casapound: dietrofront del Comune

Il comandante della Polizia Municipale Michele Arvonio ha revocato l'ordinanza con la quale concedeva Piazzale della Resistenza ai manifestanti di CasaPound che domani 13 gennaio si ritroveranno ad Avellino con il leader Simone De Stefano per una delle tappe del tour elettorale #DirezioneParlamento. La decisione "a causa di sopravvenute esigenze organizzative" si legge nell'ordinanza che revoca la precedente, chiesta ufficialmente al sindaco di Avellino Paolo Foti dal consigliere comunale del gruppo Si Può Giancarlo Giordano durante l'assise comunale odierna "è stata ceduta l'area parcheggio del Piazzale della Resistenza per la manifestazione di CasaPound. E' vergognoso" ha arringato chiedendo al primo cittadino "che venga revocato il permesso, e che chi lo ha firmato, il dirigente Michele Arvonio, trovi altra area da destinare. Va preservato l'ordine pubblico, ma anche le piazze e le storie che rappresentano". GiĂ  nel primo pomeriggio la rete antifascita avellinese, Cgil e il consigliere regionale Francesco Todisco avevano avanzata la stessa richiesta. Il primo cittadino visibilmente contrariato ha telefonato il comandante chiedendogli di revocare l'ordinanza, l'atto è stato pubblicato subito sul sito del Comune di Avellino.

Ultima modifica ilVenerdì, 12 Gennaio 2018 18:48

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.