Background ADV
  • Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 03:10

Natale 2018, ditta esclusa dalla gara: arriva l’ufficialità. Si tenta di salvare il salvabile

L’Atb consulting, unica società in gara, bocciata alla verifica dell’offerta economica. Si lavora per procedere con soluzioni alternative per non privare la città della festa tanto attesa

Natale 2018, ditta esclusa dalla gara: arriva l’ufficialità. Si tenta di salvare il salvabile

Salta l'affidamento del bando "Avellino Winter Open Art" alla Atb Consulting unica societĂ  che aveva risposto all'avviso pubblico realizzato sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione. L'ufficialitĂ  arriva questa mattina con il provvedimento di esclusione firmato dal rup del progetto, il segretario generale Vincenzo Lissa.

Superata la verifica della documentazione amministrativa e di quella tecnica, la ditta è stata esclusa all'atto di apertura dell'offerta economica risultata pari a 119.672,00 euro, con un ribasso dello 0,000109% rispetto all'importo posto a base di gara, indicando l'importo di un solo euro come costi della sicurezza aziendale ai sensi dell'art.95 c.10 del Codice dei Contratti pubblici. La commissione giudicatrice, si legge nella determina di Lissa: "ha verificato che non sono stati indicati i costi della manodopera anch'essi previsti dall'art. 95 c. 10 del Codice e ha ritenuto l'offerta economica non conforme" e deciso "di escludere la ditta Atb consulting dalla gara avente ad oggetto servizio di organizzazione e realizzazione del programma unico di eventi e spettacoli denominato "Avellino winter open art" con incluso servizio di noleggio, installazione, montaggio, manutenzione, assistenza e smontaggio delle luminarie natalizie –Piano operativo complementare 2018 - programma di eventi per la promozione e valorizzazione delle attività turistiche e culturali –Regione Campania", per violazione dell'art. 95 comma 10 del Codice dei Contratti pubblici".

Natale a luci spente? Non è ancora detta l'ultima parola. A Palazzo di Città si sta lavorando per salvare il salvabile. Il segretario Lissa insieme al commissario Giuseppe Priolo stanno valutando possibilità alternative, come lo spacchettamento del progetto per capire, se possibile, procedere con affidamenti diretti o con una nuova pubblicazione sul Mepa con i termini dell'urgenza, considerando che le luci sulla città dovrebbero accendersi tra soli due giorni.

Ultima modifica ilGiovedì, 06 Dicembre 2018 21:24

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.