Background ADV
  • Sabato 27 Maggio 2017 - Aggiornato alle 08:19

Passamontagna e kalashnikov per l'assalto al porta valori: tre malviventi in fuga

Modus operandi simile alla rapina dello scorso 20 febbraio, i malviventi hanno preso di mira una Panda della Cosmopol ma questa volta non c'era alcun bottino a bordo

Passamontagna e kalashnikov per l'assalto al porta valori: tre malviventi in fuga

Stessa ora, stessa strada, stesso numero di persone, stesse armi e stessa modalità di esecuzione ma fortunatamente un risultato diverso. È inquietante la dinamica della tentata rapina sul raccordo autostradale Avellino Salerno ai danni del porta valori della Cosmopol, l'azienda di sicurezza privata di proprietà della famiglia Matarazzo. Solo lo scorso 20 febbraio tre malviventi misero a segno un colpo da 100 mila euro derubando una Fiat Panda che precedeva un blindato in direzione Salerno all'altezza di Fisciano (leggi qui i dettagli). 

Stesso colpo tentato ieri da tre malviventi con il volto coperto a bordo di una Ford C Max che hanno cosparso di chiodi a tre punte il manto stradale della galleria Montepergola a Solofra, per bloccare il traffico,  prima di dare l'assalto ad una Panda portavalori con a bordo due vigilantes. Speronata l'auto, è stato impedito ai due di uscire a Solofra obbligandoli a fermarsi subito dopo sotto la minaccia dei kalashnikov. Due malviventi sono scesi dalla Ford ed hanno costretto uno dei due agenti a consegnare la pistola. Poi, con i calci delle armi hanno rotto i vetri alla ricerca del bottino che non hanno trovato. L'auto infatti era utilizzata soltanto per portare a lavoro i due agenti presso un centro commerciale della zona. Nonostante lo spargimento di chiodi che hanno impedito ad altre auto di proseguire la marcia bloccando il traffico, il furgone blindato della Cosmopol che seguiva l'auto è riuscito a raggiungere i colleghi per portargli soccorso. Con un gesto coraggioso l'autista ha speronato l'auto con a bordo il terzo complice per non farli fuggire, senza farsi scrupoli hanno risposto con il fuoco dpsrsndo contro il blindato e poi si sono dati alla fuga.

Gli agenti della Questura di Avellino sono giunti sul posto insieme alla Polizia Stradale. Dopo i rilievi e raccolte le deposizioni hanno dato il via alle indagini con posti di blocco in tutta la zona e la visione dei filmati delle telecamere di sorveglianza poste sul tratto autostradale. Al momento non ci sono riscontri, ma le attività proseguono a trecentosessanta gradi.

Il traffico è rimasto chiuso per diverse ore, gli automobilisti hanno dovuto richiedere l'aiuto di carroattrezzi e gommisti sul posto per riprendere la marcia , l'Anas si è adoperata per ripulire il manto stradale dai chiodi. 

Ultima modifica ilGiovedì, 20 Aprile 2017 01:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.