Background ADV
  • Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 04:17

Assalto ai portavalori sull'Avellino-Salerno, sparatoria e rapina: ladri in fuga con il bottino

Riuscita in parte la rapina ai due mezzi della Cosmopol. Il commando diviso in diversi gruppi ha sparato contro i portavalori. Conflitto a fuoco con Polstrada e Carabinieri prima di darsi alla fuga. Scena da far west sul raccordo: auto incendiate e chiodi in strada. Traffico bloccato

Assalto ai portavalori sull'Avellino-Salerno, sparatoria e rapina: ladri in fuga con il bottino

Hanno sparato con i kalashnikov contro i furgoni portavalori per intimidire le guardie giurate della Cosmopol disarmate una volta costrette a scendere dal mezzo. Arrivano prime notizie ufficiali sull'assalto ai portavalori sul raccordo Avellino – Salerno nei pressi dell'uscita Serino, andato a segno parzialmente come comunicato dai Carabinieri della compagnia di Avellino. Non si conosce ancora l'esatto importo del bottino, si stimano due milioni di euro, sui furgoni erano trasportati circa 8 milioni di euro destinati alla banca d'Italia.

Ad agire sarebbero stati diversi gruppi contemporaneamente, ognuno con un compito ben preciso preparato in pieno stile militare. A complicare i piani un valoroso carabiniere della stazione di Serino in servizio. Il militare era impegnato in un servizio di traduzione di un detenuto al carcere di Bellizzi Irpino insieme ad un collega. Una cittadina bloccata nel traffico lo ha avvisato della presenza di uomini armati ed incappucciati che bloccavano il tratto stradale. Tempestivamente ha provato a raggiungere a piedi il luogo dove stava avvenendo la rapina lasciando il collega in auto con il detenuto. Lungo l'arteria ha incrociato il gruppo di malviventi armati ed incappucciati che stavano bloccando la sede autostradale. Il militare ha provato a fermarli, gli è stato puntato un kalashnikov contro e prima che il malvivente potesse sparare ha esploso quattro colpi di pistola.

IL VIDEO DEGLI SPARI, MALVIVENTI IN FUGA

 

Altri gruppi di malviventi contemporaneamente, più avanti, bloccavano l'autostrada anche nell'altro senso di marcia. Utilizzando delle bombe hanno fatto saltare diverse automobili, cosparso il manto stradale con chiodi a tre punte ed intimato ad un camionista di mettere il mezzo di traverso sulla carreggiata per non consentire il passaggio.

Mentre i malviventi bloccavano l'autostrada un altro gruppo di criminali riusciva a bloccare i due portavalori utilizzando un furgone. Dopo aver sparato contro i mezzi e disarmato le guardie, dal furgone, successivamente dato alle fiamme, è stata fatta scendere la ruspa con la quale sono riusciti ad aprire il portavalori ed asportare parte del denaro prima di essere messi in fuga dall'impianto di allarme azionatosi automaticamente sui portavalori. Il commando ha tentato la fuga suddiviso in diversi gruppi rubando almeno un'auto in coda. Uno di questi all'altezza di Atripalda è stato intercettato dagli agenti della Polizia Stradale. Si è aperto un conflitto a fuoco, i malviventi si sono dileguati con l'appoggio di altre auto sullo stesso tragitto. Due utilizzate sono state poi abbandonate durante la fuga. Al momento non si registrano feriti. Sul posto intervenuto Procuratore della Repubblica di Avellino, dott. Rosario Cantelmo ed il sostituto dott. Patscot.

LA TESTIMONIANZA

 I VIDEO DEGLI AUTOMOBILISTI BLOCCATI SUL RACCORDO

 I VIDEO DEGLI AUTOMOBILISTI BLOCCATI SUL RACCORDO

 

 I VIDEO DEGLI AUTOMOBILISTI BLOCCATI SUL RACCORDO

 

 I VIDEO DEGLI AUTOMOBILISTI BLOCCATI SUL RACCORDO

 

 

Ultima modifica ilMercoledì, 05 Dicembre 2018 12:52

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.