Background ADV
  • Venerdì 28 Luglio 2017 - Aggiornato alle 10:57

Vinitaly - Con Fiorentino e Stefania Barbot regna l’eleganza

Vinitaly - Con Fiorentino e Stefania Barbot regna l’eleganza

Al Vinitaly abbiamo incontrato tanti produttori irpini che hanno proposto ad un pubblico internazionale i propri cavalli di razza riscuotendo un notevole successo. Tra questi, non possiamo non segnalare i titolari di due aziende di Paternopoli, sorridente regno dell'Aglianico: Gianni Fiorentino, dell'Azienda Agricola Fiorentino, e i coniugi Stefania Barbot ed Erminio Spiezia, dell'azienda Stefania Barbot.

Il primo si è distinto con l'intera linea di aglianico, dal rosato "Flavia" al Doc e fino al Taurasi.
Noi ci siamo lanciati sull'Aglianico Doc "Celsì" 2012. Lo abbiamo degustato a distanza di qualche mese dalla prima volta, direttamente in azienda, e ne abbiamo riconosciuto immediatamente tutte le caratteristiche.
Il colore è un bel rosso rubino impenetrabile dai riflessi granati. Al naso lascia emergere una elegante nota speziata che ben si inserisce in una cornice di frutti rossi maturi e confettura. In bocca è morbido, con un tannino addomesticato ma comunque presente. Un nettare da bere su piatti di carne rossa, ma che starebbe benissimo anche su un tipico ragù irpino.

Passando all'azienda di Stefania Barbot, segnaliamo quella che per noi è una novità: il Taurasi "Fren" 2013 (ma già in altra sede abbiamo tessuto le lodi del Campi Taurasini "Ion").

Frutto di vecchi vigneti, tra i 70 e i 90 anni di età, matura in botti da 30 ettolitri. Si tratta di un vino strutturato, dal grado alcolico che raggiunge il 14,5%, ma che malgrado i muscoli di cui è dotato si fa apprezzare per la sua eleganza. Il colore è rosso rubino quasi impenetrabile con lievi sfumature granate. Il naso è intenso, caratterizzato da frutti maturi e sottobosco, mentre in bocca si presenta equilibrato proponendo un tannino estremamente morbido. Un vino che scalda l'anima. D'altro canto, se si chiama Fren (anima in greco, ndr.) un motivo doveva pur esserci.

Ultima modifica ilMercoledì, 12 Aprile 2017 13:27

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.