Background ADV
  • Domenica 24 Febbraio 2019 - Aggiornato alle 06:41

Molte denunce e pochi processi per malasanitĂ . Medici e avvocati: sportello per il cittadino, fermiamo il business delle pratiche

Siglato il protocollo d'intesa tra ordini professionali, lo sportello è al secondo piano del palazzo di giustizia. Sellitto: "non vogliamo fermare le denunce ma invogliamo il cittadino a valutare prima di rimetterci anche le spese legali”. Martucci: “un leso vale 69euro+iva. Tuteliamo i cittadini con professionisti che valutano danni ed eventuali azioni legali”.

Molte denunce e pochi processi per malasanità. Medici e avvocati: sportello per il cittadino, fermiamo il business delle pratiche

Medici e avvocati insieme per tutelare le professionalitĂ  ed i cittadini. Da Avellino parte un progetto pilota che sarĂ  esteso in tutte le Regioni, un protocollo d'intesa tra i due ordini professionali per aprire uno sportello di consulenza dedicato a coloro che si ritengono danneggiati dalla sanitĂ . SarĂ  ubicato al secondo piano del tribunale di Avellino dove è giĂ  aperto lo sportello del cittadino e forniranno la loro consulenza avvocati, componenti del tribunale del malato, organizzazioni degli ammalati ed un medico per rispondere a tutte le singole esigenze dei cittadini. "Un organismo super parters" tiene a precisare il presidente dei medici Francesco Sellitto firmatario dell'accordo proposto al presidente degli avvocato Fabio Benigni ed illustrato con la delegata Maria Rita Martucci. L'obiettivo è valutare il caso prima prima di passare alle denunce "speso immotivate nei confronti di medici, infermieri e strutture sanitarie, senza limitare nessuna parte a denunciare". "Per il 98% delle denunce di malasanitĂ  non si procede" ma la tendenza a denunciare resta comunque altissima "con aggravio di spese a carico dei cittadini che sono condannati a pagare anche le spese legali" spiega Sellitto che ricorda anche "gli avvocati presenti allo sportello non potranno seguire l'iter giudiziario qualora il cittadino decidesse di denunciare. Operiamo nella massima trasparenza". Tutelare i medici ma anche mettere fine ad un mercato delle pratiche "ci sono associazioni che raccolgono denunce e poi li vendono agli avvocati. Un vero e proprio mercato delle pratiche. Un presunto leso vale 69 euro + iva, la pratica viene ceduta all'avvocato che fa causa tramite il suo assistito. Il piĂą delle volte l'iter giudiziario termine con il respingimento e aggravio di spese per il cittadino". In provincia di Avellino il mercato non è fiorente tengono a precisare avvocati e medici. "Chi si rivolge allo sportello si reca con il proprio medico ed avvocato di fiducia – spiega l'avvocato Martucci che prosegue - Lo sportello è al secondo piano del tribunale. La finalitĂ  è fornire al cittadino che ritiene di essere stato leso a causa di una negligenza medica o di un deficit di una struttura sanitaria, un servizio per consentirgli di affidarsi a professionisti che dopo aver valutato il caso concreto sotto l'aspetto medico e giuridico si esprimono sulla possibilitĂ  di intraprendere un'azione giudiziaria". Tutto ciò per evitare che il cittadino possa essere danneggiato "affidarsi alle associazioni che tutelano il danno può comportare un aggravio per il cittadino. Denunciare è facile, ma quando si perde si è condannati a pagare le spese processuali".

Ultima modifica ilSabato, 26 Gennaio 2019 13:13

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.