Logo
Stampa questa pagina

A Mercogliano il Centro Antiviolenza per assistenza psicologica, legale e lavorativa alle donne vittime di abusi

Il servizio è attivo cinque giorni a settimana presso il Centro Sociale "Campanello" di via Nazionale a Torrette

Diventa realtà il Centro Antiviolenza dell'Ambito di Zona Sociale A02. Il servizio, ospitato presso i locali del Centro Campanello di via Nazionale a Torrette di Mercogliano dallo scorso 9 dicembre, è stato presentato ufficialmente alla cittadinanza nel pomeriggio di ieri alla presenza delle diverse figure professionali che si occupano del delicato servizio, totalmente a patrocinio gratuito, a sostegno delle donne vittime di violenza appartenenti ai comuni di Contrada, Forino, Monteforte Irpino, Ospedaletto d'Alpinolo, Sant'Angelo a Scala, Summonte e, naturalmente, dall'ente capofila d'Ambito Mercogliano.

«Un servizio che va ad integrarsi a quelli già offerti sul territorio comunale e che mira ad ampliare le sinergie con gli altri enti ognuno per il proprio ruolo - afferma il presidente d'Ambito Giacomo Dello Russo -. Ci auguriamo che si possa consolidare e riconfermare anche per il prossimo anno grazie ai fondi regionali». Al momento, infatti, il progetto, finanziato con Fondi Fua per 24 mila euro, ha scadenza il 16 novembre ed è attivo cinque giorni a settimana: lunedì e martedì dalle 16 alle 18 e dal mercoledì al giovedì dalle 10 alle 12.
Il primo passo da compiere è individuare, grazie al supporto delle diverse Istituzioni coinvolte attraverso il protocollo d'intesa, ovvero Asl, Tribunale, Comando Provinciale dei Carabinieri, Provveditorato agli Studi e Questura, le situazioni familiari a rischio: «per questo motivo è essenziale che la Regione approvi il disegno di legge relativo al riconoscimento del codice rosa nei pronto soccorso – sottolinea Amicolo – al momento diverse regioni italiane si sono portate al passo con la normativa nazionale, la Campania purtroppo è ancora indietro». 

Parallelamente le donne vittime di violenze domestiche hanno, grazie a tale Centro, un supporto psicologico e legale mirato nonché un sostegno per un futuro orientamento nel mondo del lavoro e un luogo sicuro in cui alloggiare: «Il tutto è tutelato dalla privacy e dall'anonimato – sottolinea l'avvocato De Angelis –. Siamo qui proprio per dare un sostegno legale pieno e soprattutto che proceda senza intoppi di alcun tipo».
Presenti quotidianamente la coordinatrice Romina Amicolo, la psicologa Daniela Cucciniello, l'assistente sociale Carmela Grimaldi, l'avvocato Antonella De Angelis e la volontaria del Centro Italiano Femminile Filomena Sacco.Attivo il numero di telefono 0825682501 e il sito web www.centro-antiviolenza.it.
«Il duplice obiettivo cui miriamo è lavorare per una maggiore prevenzione e informazione – conclude il presidente della Cooperativa La Goccia di Avellino, Rosario Pepe – in modo da creare una rete di servizi sociali in grado di accompagnare una donna in difficoltà in tutto il percorso che va dalla presa di coscienza del pericolo e alla reazione ad esso. Per questo sarà importante coinvolgere anche le scuole». 


Copyright © 2011 ilCiriaco. All Rights Reserved.
Tel: 08251912551 | Tel&Fax: 08251912594 | Mail: redazione@ilciriaco.it
Il materiale pubblicato, pur essendo di dominio pubblico, non puo' in nessun modo essere utilizzato.
La copia o riproduzione di testi e foto senza il consenso scritto della redazione di Il Ciriaco.it e' vietata!

made in netlex