Background ADV
  • Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 02:41

Vertenza Ipercoop, la Uil rilancia la battaglia in sostegno degli addetti alle pulizie

Vertenza Ipercoop, la Uil rilancia la battaglia in sostegno degli addetti alle pulizie

Dopo mesi di aspra vertenza sindacale che ha visto protagonisti i lavoratori ex Ipercoop di Avellino, inizia una nuova battaglia sindacale per garantire i livelli occupazionali della impresa di pulizia che ha prestato servizio all'interno della Struttura di Ipercoop di via Pescatori. E' quanto annuncia il Segretario Regionale UIL TuCS Mario Dello Russo. «La Vertenza Ipercoop, oltre ad avere carattere sindacale presto si tradurrà anche in contenzioso legale vista la mancata volontà delle società AZ spa e Eco Ambiente Meridionale srl a garantire, attraverso un cambio di appalto ai sensi dell'art. 4 del CCNL Multiservizi, tutti i dipendenti fino ad oggi occupati a svolgere tale servizio di pulizie. Tutto ciò a danno dei lavoratori. Lavoratori che sono di nuovo a manifestare davanti ai cancelli dell'Ipermercato che oggi dopo mesi di chiusura riapre al pubblico- dichiara Dello Russo- Oltre a quello che abbiamo sempre chiesto pubblicamente ed a tutti i livelli Istituzionali, e quindi la garanzia dei livelli occupazionali di tutto l'indotto della struttura, viene pesantemente fuori un altro drammatico problema: la perdita di posti di lavoro! Infatti, ad oggi e nel ripetere il concetto, pur regolarmente convocate tutte le aziende per l'attivazione di quanto previsto dal CCNL applicato in merito ai cambi di appalto, nulla è valso vista la mancata volontà di presentarsi ad un regolare tavolo di trattativa e di confronto pacifico con le organizzazioni sindacali presenti. E' ancora sostenibile questa situazione? Cosa si aspetta per dare una risposta finalmente chiara ed univoca alle comunicazioni di incontro ed alle sollecitazioni avanzate ad ogni livello dalla nostra Organizzazione Sindacale in merito a tale vertenza e alla garanzia degli ex dipendenti del pulimento? Una cosa è certa, la UILTuCS non abbandonerà la vertenza contrattuale ed andremo avanti in ogni sede! Porteremo avanti tutte le iniziative di Lotta, di Denuncia Istituzionale e, insieme ai lavoratori, di rivendicazione in sede Legale. Chiediamo a tutte le Istituzioni coinvolte nella vicenda, Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economica, Prefettura di Avellino, Direzione Territoriale del Lavoro, di affiancarci in modo univoco su questa vertenza e di far rispettare gli impegni presi, in tutte le sedi,da parte della società AZ spa in modo da garantire tutti e dico tutti i lavoratori dell'indotto. A rischio c'è il destino di intere famiglie monoreddito, un vero problema sociale».

Ultima modifica ilGiovedì, 06 Dicembre 2018 19:58

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.