Background ADV
  • Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 20:00

Pd, tutti d'accordo per il congresso ma la data ancora non c'è

Segretari regionali a Roma a confronto con Renzi. Oggi riunione del Direttorio a via Tagliamento e, ad inizio settimana, summit a Napoli: è corsa contro il tempo

Pd, tutti d'accordo per il congresso ma la data ancora non c'è

l congresso del Pd si può fare, ma la data ancora non c'è. Nemmeno dal vertice di ieri mattina con i segretari regionali a confronto con Matteo Renzi è arrivata un'indicazione di massima sulla celebrazione dell'assise provinciale. C'è il via libera, confermato dal responsabile organizzativo del partito, Andrea Rossi, ma soltanto nei prossimi giorni si saprà con certezza se l'appuntamento si svolgerà entro l'estate (ovvero la metà di luglio) o immediatamente dopo. Non si è ancora compresa per bene la ragione per la quale non ci sia ancora una data visto che il regolamento esiste e l'anagrafe degli iscritti pure. A questo va aggiunta la disponibilità, più volte espressa, da parte dei rappresentanti istituzionali a celebrare il congresso nel più breve tempo possibile. E proprio i componenti del Direttorio si vedranno questo pomeriggio a via Tagliamento per fare il punto della situazione, prima di un incontro che, con tutta probabilità, si svolgerà all'inizio della prossima settimana a Napoli, alla presenza della segretaria regionale Assunta Tartaglione. A quel punto dovrebbero essere più chiari i tempi di svolgimento, anche perché se le procedure non dovessero essere messe in moto entro la prossima settimana, sarebbe quantomeno complicato immaginare un congresso entro la metà di luglio. Tutto quindi sarebbe rimandato a dopo l'estate (settembre-ottobre), in tempi più vicini alla scadenza naturale, ma con il tesseramento sempre fermo al 2016. E' questo il punto che, nelle scorse settimane, ha agitato il dibattito interno, soprattutto da parte di chi sosteneva che occorresse far partecipare i numerosi tesserati online ai quali non era stata riconosciuta la validità della procedura. E non sfugge che queste polemiche potrebbero anche ricominciare se si andasse al congresso tra la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno. A quel punto, avvicinandosi la data nella quale il congresso si sarebbe dovuto svolgere regolarmente a norma di Statuto, i fautori di un nuovo tesseramento tornerebbero alla carica, magari con qualche possibilità di successo in più. Ecco perché dai vertici nazionali è arrivato il nulla osta, ma sta in capo ai livelli inferiori (regionale e provinciale) sistemare l'iter burocratico e, soprattutto, definire con certezza le date. Una cosa che si proverà a fare in questi giorni, vedremo con quali risultati.

Ultima modifica ilGiovedì, 15 Giugno 2017 20:59

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.