Background ADV
  • Lunedì 20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 05:11

Pd: Comuni al voto e capoluogo, Ermini riparte da qui

Vertice napoletano con il commissario e i due subcommissari democrat irpini: lunedì a via Tagliamento riunione con i segretari dei circoli che vanno incontro alle amministrative

Pd: Comuni al voto e capoluogo, Ermini riparte da qui

Riprenderà nella giornata di lunedì, 20 novembre, il cammino del Partito Democratico irpino che conduce alla celebrazione del congresso. E' quanto emerso dal vertice che si è tenuto nella mattinata a Napoli e che ha visto protagonisti il commissario David Ermini e i due subcommissari avellinesi Mario Pagliaro e Giuseppe Di Guglielmo.
Lunedì, infatti, presso la federazione di via Tagliamento, Ermini incontrerà prima i segretari di circolo dei 21 Comuni che nel 2018 andranno al voto amministrativo e subito dopo i riferimenti dei circoli della città di Avellino. Un doppio appuntamento, dunque, per ridare slancio all'azione commissariale dopo settimane di tensioni politiche e, soprattutto, dopo la cocente sconfitta alle elezioni regionali in Sicilia.
Chiaramente, i Comuni al voto, di cui fa parte anche quello del capoluogo, rappresentano la priorità per il commissario che intende portarli alla celebrazione del congresso in tempi stretti. Molti di loro, d'altro canto, attendono da mesi di eleggere i propri organismi dirigenti, mentre altri sono addirittura privi di una sede o accorpati a circoli di paesi limitrofi. L'impresa non è impossibile, ma non sarà neppure una passeggiata visto che resta ancora da definire la vicenda del tesseramento 2017. Senza conoscere i numeri e i nomi degli iscritti, infatti, non è possibile svolgere i congressi, ma a quanto pare nella maggior parte dei Comuni interessati non si registrano questioni troppo complesse da risolvere.
Estremamente diversa, invece, è la situazione per quanto riguarda il congresso provinciale, la cui celebrazione immediata viene ormai chiesta a gran voce da decine di esponenti del partito. Per procedere bisognerà definire la platea degli iscritti dell'intera provincia e considerate le criticità che insistono in Comuni come Avellino, Montella, Sant'Angelo dei Lombardi o Solofra, i dubbi sul fatto che si possa archiviare la pratica in breve tempo proprio non mancano.
Al netto delle difficoltà, però, la notizia è che Ermini non intende starsene con le mani in mano e prova a spingere sull'acceleratore per sciogliere almeno i nodi meno stretti. Per tutto il resto, ci sarà bisogno di ulteriore tempo. D'altronde, le elezioni politiche sono ormai alle porte e il clima inizia a farsi incandescente. Le aspirazioni alla candidatura sono tante e le pressioni per averne una sicura sono anche di più.
In un contesto così esplosivo, l'organizzazione del congresso provinciale e, dunque, l'apertura di un nuovo periodo di lotta interna, non sembra entusiasmare i vertici nazionali del partito, anche se si tratta del Pd per cui tutto resta possibile.

Ultima modifica ilMartedì, 14 Novembre 2017 18:24

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.