Background ADV
  • Martedì 12 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 11:10

D'Amelio: per la Regione anno positivo, ma dobbiamo fare di più. E sul caso Lioni: Salzarulo chi?

La presidente dell'assemblea campana traccia un bilancio dell'attività svolta e replica delle accuse dell'ex sindaco

D'Amelio: per la Regione anno positivo, ma dobbiamo fare di più. E sul caso Lioni: Salzarulo chi?

Irpinia protagonista a Piazza San Pietro dove il prossimo sette dicembre sarà inaugurato, insiemecon l'albero di Natale anche il presepe donato dall'Abbazia di Montevergine. Un vanto che, secondo Rosetta D'Amelio, presidente del Consiglio regionale, deve essere un tassello importante sul quale rilanciare la vocazione turistico-religiosa della nostra provincia che può utilizzare le sue bellezze per farne volano di sviluppo. Ma la D'Amelio ha colto l'occasione per rispondere, in maniera tranchant, agli attacchi dall'ex primo cittadino del suo comune che aveva parlato di "emergenza democratica" in Alta Irpinia.
«Si chiude un anno di lavoro intenso per la Regione Campania, dodici mesi nei quali sono accadute cose positive ed altre un po' meno. Tra gli aspetti positivi mi piace sottolineare le risorse che ci sono per quanto riguarda il Psr, ci sono 150 milioni di euro a disposizione dei giovani che vogliono impegnarsi in attività innovative per l'agricoltura, un bando che scade a febbraio. Ma cino altre notizie positive che arrivano dal comparto trasporti con la vittoria della gara per la realizzazione degli autobus da parte della IIA di Flumeri e questo porterà serenità ai lavoratori ed è un bel segnale dopo che abbiamo combattuto tanto per far ripartire quell'azienda, ci sono poi i lavori che sono ripresi sulla Lioni-Grottaminarda e le risorse per l'Alta Capacità». L'altra faccia della medaglia, ovvero il lato negativo, «sono le grandi tragedie ambientali che purtroppo continuano, penso agli incendi che hanno devastato il Vesuvio ed anche la nostra Montevergine e questo comporta un maggiore impegno che dobbiamo mettere sul versante della prevenzione del dissesto idrogeologico. Finalmente il Governatore è commissario per la Sanità, non abbiamo più alibi, dobbiamo realizzare il Piano ospedaliero e batterci per lo sblocco delle assunzioni attraverso i concorsi. Lavoreremo sempre di più, anche se non è semplice». Ed è sferzante la risposta sulla vicenda di Lioni con le accuse dell'ex sindaco, Rodolfo Salzarulo, a lei e al sindaco di Nusco, Ciriaco De Mita. «Salzarulo chi? Voglio soltanto ricordare che dopo aver fatto il sindaco per dieci anni, alle ultime elezioni ha presentato una lista che ha preso meno voti di un solo candidato dell'altra lista. Per uno che ha fatto il sindaco per dieci anni è certamente qualcosa sulla quale interrogarsi...».

Ultima modifica ilSabato, 02 Dicembre 2017 12:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.