Background ADV
  • Domenica 23 Settembre 2018 - Aggiornato alle 22:41

Il Pd va in Tribunale: Ciarcia chiede l’annullamento del congresso

Il Pd va in Tribunale: Ciarcia chiede l’annullamento del congresso

"Il giorno 14 maggio, è stato notificato l'atto di citazione proposto da Michelangelo Ciarcia, assistito dall'avvocato Giovanni Carpenito, per chiedere l'annullamento di tutte le procedure precongressuali e congressuali del Partito Democratico di Avellino. Con lo stesso atto è proposta anche istanza di sospensione degli atti impugnati. Nei prossimi giorni l'atto verrà iscritto a ruolo davanti al Tribunale di Avellino".

Una breve nota inviata da Michelangelo Ciarcia, ex candidato alla segreteria provinciale di Via Tagliamento, che conferma il prosieguo della guerra interna al Pd irpino dopo la breve e apparente tregua sancita per la composizione della lista unitaria per le amministrative del Comune capoluogo. Ciarcia, in sostanza, chiede l'annullamento del congresso a cui la sua area, pur restando in gara, non ha partecipato. La richiesta su cui ora dovrà esprimersi il tribunale ordinario, e non più gli organismi di garanzia interni al partito, è quella di sospendere immediatamente l'elezione di Giuseppe Di Guglielmo a segretario provinciale dei democratici.

Ultima modifica ilMartedì, 15 Maggio 2018 17:26

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.