Background ADV
  • Sabato 23 Giugno 2018 - Aggiornato alle 21:25

Amministrative, Forza Italia lancia la sua sfida: è ora di cambiare e con Morano la città può rinascere

Presentata la lista degli azzurri. Sibilia accusa Fratelli d'Italia e la "restaurazione". Foglia contro Petracca e Pizza: è autonomo? Dica prima del voto i nomi della sua giunta. Il candidato sindaco: Fusaro ha accettato, sarà assessore alla Cultura

Amministrative, Forza Italia lancia la sua sfida: è ora di cambiare e con Morano la città può rinascere

Voltare definitivamente pagina, dare un calcio alla disamministrazione, chiudere la stagione del degrado cittadino. Per farlo non c'è che un modo: scegliere Sabino Morano sindaco e votare i candidati di Forza Italia. E' l'appello lanciato dallo stato maggiore degli azzurri d'Irpinia che stamane hanno presentato la loro lista a sostegno del giovane candidato sindaco. Quattro le compagini che lo sostengono, il centrodestra quasi compatto, tranne Fratelli d'Italia, che si è sfilata all'ultimo momento «e che oggi non può accusarci di desistenza, perchĂ© quella la mette in pratica un partito che con una percentuale minima non ha consentito che si realizzasse la compattezza della coalizione». Cosimo Sibilia, deputato e leader del partito, non usa parole tenere contro gli ex alleati e sottolinea invece «l'operazione di vero rinnovamento messa in campo con la scelta di un candidato sindaco giovane come Morano. Dall'altra parte, invece, c'è la restaurazione e la riproposizione di tutti coloro che hanno condotto la cittĂ  in questo stato ed anche per questo dico che le colpe non sono tutte del sindaco Foti». Forza Italia 11

Ancor più duro Pietro Foglia, che ha curato la trattativa elettorale per conto del partito e che sfida Pizza. «Dice che sarà autonomo? Bene, allora se dovesse, ipotesi remota, vincere, abbia il coraggio di comunicare prima del voto la composizione della sua giunta». Un modo per allontanare le voci di una mancanza assoluta di autonomia che il candidato sindaco avrebbe, vista la composizione ed i riferimenti che stanno dietro alle liste che lo sostengono. Uno di questi è Maurizio Petracca, contro il quale Foglia va giù duro. «E' un consigliere regionale per caso, un apolide della politica che dovrebbe avere il suo comitato elettorale nel Tunnel, un'opera che lui ha voluto e che ancora oggi, non conclusa, sta creando tanti disagi alla città. Confido nell'intelligenza degli elettori di Avellino che sapranno riconoscere lo sforzo fatto, e non è stato facile, per tenere insieme tutti e per proporre alla città una lista fatta di giovani volenterosi e capaci». Contro l'accordo «per sopravvivere» si è scagliato il candidato sindaco Sabino Morano. «Mettiamo in campo un'idea di città che faccia diventare Avellino un faro per tutto il Mezzogiorno, avvalendoci di altissime professionalità. Una di queste è il professor Diego Fusaro che ha ufficialmente accettato l'incarico di assessore alla Cultura della mia giunta. Altri nomi importanti faranno parte della mia giunta per risollevare la città dalla condizione di non-luogo alla quale l'hanno ridotta le amministrazioni precedenti». Sostegno all'iniziativa privata, al commercio, maggiore impulso alla sicurezza tra i punti che Morano ha enunciato nel suo programma e che saranno dettagliati meglio nei prossimi giorni con iniziative tematiche alle quali parteciperanno personalità di rilievo nazionale.

Ultima modifica ilSabato, 19 Maggio 2018 14:17

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.