Background ADV
  • Lunedì 24 Settembre 2018 - Aggiornato alle 19:58

Forza Italia, Iandolo: "nessun problema con De Siano. Alternativi ai Cinque Stelle, mai in maggioranza"

Il consigliere comunale forzista convocato insieme a Fruncillo dai vertici regionali dopo la condivisione delle linee programmatiche: "non abbiamo chiesto poltrone o altro. Siamo noi il vero cambiamento di questo consiglio comunale"

Forza Italia, Iandolo: "nessun problema con De Siano. Alternativi ai Cinque Stelle, mai in maggioranza"

"Non c'è alcun problema con il partito regionale, venerdì chiariremo la nostra posizione sulle scelte effettuate al comune di Avellino". Il consigliere comunale di Forza Italia Lazzaro Iandolo stronca sul nascere polemiche ed illazioni sulla convocazione dei riferimenti provinciali e consiglieri comunali di Avellino del coordinatore regionale Domenico De Siano. All'indomani della condivisione delle linee programmatiche con il sindaco avellinese Cinque Stelle Vincenzo Ciampi, alcune testate nazionali hanno dedicato ampio spazio alla questione facendola passare come un sostegno all'amministrazione pentastellata "c'è stata un po' di confusione dopo la conferenza tenuta ieri insieme ai quattro componenti del centrodestra. E' normale che i vertici nazionali e regionali vogliano vederci chiaro in questa vicenda. Bisogna non confondere linee programmatiche con la maggioranza in consiglio comunale". E possibile che De Siano sia stato sollecitato dai detrattori di Cosimo Sibilia, coordinatore provinciale non ben visto da alcuni componenti del partito "non saprei, ma non sarebbe comunque un problema. Con l'onorevole Cosimo Sibilia siamo in ottimi rapporti ed in costante contatto. Condividiamo le scelte fatte e le ribadiremo, chiarendo la nostra azione, anche ai vertici regionali". Iandolo coglie l'occasione per affermare "non sono un trasformista, vengo da Forza Italia, sono stato eletto e continuerò a militare in Forza Italia" e ritorna sulla scelta di condividere quattro punti delle linee programmatiche con l'amministrazione "non abbiamo chiesto posti in giunta, non abbiamo stretto alcun accordo. Siamo alternativi ai Cinque Stelle in tutto, anche nel modo di comunicare. Gli attacchi personali a cui abbiamo assistito in questi giorni, pur non riguardandoci direttamente, sono da condannare. Non vi è ombra di dubbio che il vero elemento di novità di questo consiglio comunale siamo noi, ma non possiamo non rispettare il mandato dei cittadini. Abbiamo colto nell'apertura del sindaco Ciampi un segnale, siamo stati eletti per amministrare al meglio la città e stiamo dando un contributo di idee alla maggioranza. Dobbiamo provarci, ma questo non significa sostenere questa amministrazione". Dopo l'audizione ai vertici regionali, lunedì si ritornerà in aula. Ciampi scioglierà le riserve e presenterà le nuove linee programmatiche "se non dovessero contenere quanto abbiamo riportato è normale che non le voteremo. Ma dopo aver ritirato le sue linee programmatiche, ricevuto le nostre indicazioni, da Luongo, Iacovacci e Percopo non vedo perché debba ritornare sui suoi passi". A decidere le sorti dell'amministrazione Cinque Stelle potrebbe essere il Partito Democratico insieme ai Popolari e Mai Più "siamo su posizione diverse, non a caso veniamo da storie politiche diverse. Noi abbiamo fatto una scelta di responsabilità rispettando il volere dei cittadini. Dobbiamo almeno provare a far iniziare questa amministrazione".

Ultima modifica ilGiovedì, 13 Settembre 2018 13:58

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.