Background ADV
  • Lunedì 25 Settembre 2017 - Aggiornato alle 18:58

Rugby – Due Principati, prima fase di preparazione insieme all’Arechi. Ariano, bilancio positivo per Entra Nella Mischia

Confermata la collaborazione tra Due Principati e Arechi nella prima fase di allenamenti in vista dei rispettivi campionati. Lunedì la prima seduta, stasera la replica. Ariano, continua la preparazione in compagnia del IV Circolo Benevento. Entra Nella Mischia, il resoconto del presidente Pagliarulo: “Numeri confortanti e tanto entusiasmo, ma il territorio risponde ancora timidamente”. Campionati, diramati i calendari dei gironi di C1. Per le regioni meridionali c’è però ancora da attendere. Ufficializzate invece le date di inizio e fine delle due fasi stagionali

Rugby – Due Principati, prima fase di preparazione insieme all’Arechi. Ariano, bilancio positivo per Entra Nella Mischia

Giorno di calendari per la C1 della palla ovale nazionale, ma non per le regioni meridionali. Nella seconda mattinata la Fir ha infatti diramato l’agenda degli incontri per tutti i gironi della C1, tranne che per quello H, ovvero il raggruppamento all’interno del quale competeranno le squadre campane, le pugliesi/calabresi, e le siciliane/calabresi, rispettivamente nella poule 1, 2 e 3. Il motivo di questa eccezione riguarda le caratteristiche di questo raggruppamento geografico, con la ridotta presenza di squadre nel sud del Paese che impone l’intervento diretto dei Comitati Regionali per il perfezionamento dei calendari. Come già ribadito, di conseguenza, per le informazioni in proposito bisognerà attendere la riapertura degli uffici napoletani della Fir, prevista per l’inizio della prossima settimana, nella quale l’organismo del presidente Senatore provvederà innanzitutto a completare il quadro organizzativo della C1, per poi affrontare l’allestimento della prossima stagione di C2.

Il documento federale di giornata ha in ogni caso destinato una parte di contenuti al girone H della C1, ribadendo la formula stagionale e fissando anche date di inizio e di fine delle varie fasi organizzative. In questo senso, come già detto a fine luglio, l’imminente torneo ricalcherà per grandi linee l’andamento delle precedenti stagioni. Le 18 squadre - suddivise nelle tre suddette poule - inizieranno la fase uno nel primo weekend di ottobre, affrontandosi in girone all’italiana con gare di andata e ritorno fino al 14 gennaio, data ultima per il completamento della tornata. Le migliori due classificate di ciascun raggruppamento confluiranno a partire dal 21 gennaio in una poule promozione, che si snoderà sempre con la modalità del girone all’italiana andata/ritorno. La seconda fase dovrà necessariamente terminare entro il 6 maggio, decretando entro quella data il nome della vincitrice, unica squadra ammessa al salto di categoria in B. All’interno dello stesso intervallo temporale si svilupperà anche la fase due per le restanti quattro squadre di ciascuna poule, che andranno a formare tre gironi indipendenti di play out e si interfacceranno anche con le migliori della C2 per stabilire promozioni e retrocessioni. Per la formula di questo step bisognerà però attendere le decisioni del Comitato Campano, che ha piena autonomia in merito.

In attesa di questi importanti aggiornamenti procede regolarmente l’avvio di preparazione dei club ovali provinciali ed in particolare di Avellino Rugby e Ariano Rugby, pronte a presentarsi ai nastri di partenza della C1 e della C2 rispettivamente come Due Principati e IV Circolo. In casa dei principi gli allenamenti ufficiali sono iniziati lunedì presso la struttura di Casignano a Salerno, così come stabilito nella scorsa settimana dallo staff del sodalizio. In compagnia dell’Arechi, pronto a tuffarsi nel debutto in serie B, i Due Principati hanno lavorato con un numero molto buono di presenze. Circa trenta gli atleti agli ordini di coach Cascone, infatti, senza contare gli assenti. Arechi e Due Principati si sono allenati separatamente nella prima parte di seduta, mentre successivamente si sono ricongiunti per la classica partitella a ranghi misti. Stasera si replicherà, e sarà anche l’occasione per stabilire l’agenda dei prossimi appuntamenti. Al vaglio ci sono due opzioni: una terza seduta a Casignano il venerdì, un allenamento suppletivo pomeridiano al Santo Spirito per domenica, o entrambe le soluzioni. Sul fronte della rosa le novità riguardano gli innesti di alcuni giovani provenienti dal salernitano, ma contemporaneamente i rossoverdi perderanno per la prossima stagione Leo, Gargaro e Maglio, tra i protagonisti della recente promozione, che hanno deciso di provare l’avventura in serie B tra le fila dell’Arechi. Non ci sono ancora novità, infine, in merito all’affiliazione di ex Wolves nella compagine del presidente Sbozza.

Anche sul Tricolle si continua a lavorare alternando sedute congiunte a Benevento sotto gli ordini di coach De Vanna agli allenamenti autonomi degli ufitani presso l’Arena Mennea, la quale, almeno per il momento, si sta rivelando la migliore alternativa al campo Renzulli, che quest’anno sarà investito da lavori di manutenzione e sarà dunque inutilizzabile. Intanto, a tre giorni di distanza dallo svolgimento della terza edizione di Entra Nella Mischia (nella foto), è tempo di tirare le somme per il club del presidente Pagliarulo sull’efficacia promozionale dell’evento. “Anche quest’anno – spiega il numero uno degli ufitani - la manifestazione ha attirato moltissime persone, coinvolgendo tra l’altro turisti e moltissimi bambini. Da parte nostra c’era un po’ di preoccupazione in proposito, convinti che ormai il territorio si fosse per così dire assuefatto. Invece i numeri ci hanno dato ragione, così come i tanti riscontri positivi, arrivati però soprattutto dall’esterno della Provincia. E questo fatto – conclude Pagliarulo – ci ricorda, se ce ne fosse bisogno, che la strada per il completo radicamento della disciplina ovale nell’hinterland ufitano è ancora lunga”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.