Background ADV
  • Lunedì 11 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 16:13

Rugby – C1, al Santo Spirito arriva il Torre. C2, il IV Circolo ritrova le mura amiche contro lo Spartacus

Terza giornata d’andata della C1 campana con Due Principati – Torre del Greco. Rossoverdi a caccia del riscatto dopo la sconfitta contro i dragoni sanniti. Sbozza: “Concentrazione e determinazione sono la ricetta per non regalare niente ai nostri avversari”. C2, inversione di campo per la sfida tra IV Circolo e Spartacus. Gialloblu di nuovo a Benevento per provare a prendere il largo in classifica. Pagliarulo: “Sarà l’anno delle conferme. Domenica mi auguro che arrivi la prima meta arianese”

Rugby – C1, al Santo Spirito arriva il Torre. C2, il IV Circolo ritrova le mura amiche contro lo Spartacus

Terzo appuntamento stagionale con la palla ovale in arrivo nel prossimo weekend. Nella C1 campana si giocherà il terzo turno d’andata della fase 1, che propone le sfide Due Principati - Torre, Santa Maria Capua Vetere - San Giorgio del Sannio, e Partenope Napoli – Vesuvio. I match sono stati tutti programmati alle 15.30 di domenica, ma. come già segnalato. i club avranno tempo fino a domani per proporre in Federazione delle rettifiche. E in questo senso possiamo già confermare che, come accaduto due domeniche fa, per la gara irpina del Santo Spirito verrà chiesto da parte dei Due Principati l’anticipo alle 14.30. In C2 campano/molisana si disputerà invece la seconda giornata, con Napoli/Afragola cadetta – Hammers Campobasso, Sarnese – Lions Nato, Zona Orientale Salerno – Angri, e IV Circolo Benevento/Ariano – Spartacus. Ed è proprio quest’ultima partita la prima novità del calendario: l’inversione di campo richiesta dallo Spartacus per problemi logistici. Doppio turno interno, dunque, per il XV di De Vanna, in campo alle 15.30 presso il Ferrovia di Benevento. La seconda variazione del programma riguarda invece il derby tra debuttanti, Zona Orientale – Angri, che per motivi analoghi si terrà al Santo Spirito domenica alle 11.30.

Sarà un weekend ricco, dunque, quello che si avvicina, per gli appassionati di palla ovale avellinese, con ben due match a cui assistere sul manto erboso del plesso del Parco Manganelli. Il piatto forte naturalmente sarà servito subito dopo pranzo, con Due Principati – Torre, ma la concomitanza delle due sfide servirà pure a riunire i tre club che più di tutti hanno pianto la recente scomparsa di coach Minelli. Il tecnico salernitano ha infatti contribuito allo sviluppo sia di Due Principati, che di Zona Orientale e Angri, compagine che avrebbe dovuto guidare dalla panchina nell’appena iniziato torneo. Non è escluso pertanto che le società si organizzino per sfruttare la situazione anche in chiave commemorativa. Venendo alla prova degli avellino/salernitani di coach Cascone, il ritorno tra le mura amiche seguirà la brusca battuta d’arresto dei principi contro il San Giorgio del Sannio, ma avrà anche delle analogie con la prima di campionato.

Il Torre del presidente Pasquale De Dilectis e del tandem di allenatori Stornaiuolo/Lucia, come il Santa Maria Vetere, è l’unica compagine regionale ad aver sempre partecipato al torneo di C1 da quando è stato istituito, nel 2014/2015. Anche sotto il punto di vista sportivo, sammaritani e corallini hanno avuto, con alterne fortune, rendimenti similari. A dichiararlo per primo è Gigi Sbozza, presidente degli avellino/salernitani, che così presenta la sfida: “Ci attende un’altra veterana, che sfoggerà esperienza e continuità agonistica. Un ostacolo per niente facile, come del resto tutte le gare del torneo. Noi dobbiamo scendere in campo con l’umiltà del debutto e avendo imparato la lezione di domenica scorsa. In C1 non si può regalare niente – sottolinea – bisogna essere concentrati e determinati per tutta la gara. In questo modo sono certo che potremo dire la nostra”. Con una vittoria e una sconfitta per parte, principi e torresi sono anche vicinissimi in classifica, i primi a quota cinque, i secondi a quattro.

Passando ai sannito/ufitani del IV Circolo, come già anticipato, sarà ancora una volta in casa il ritorno sul rettangolo di gioco. Forti della vittoria tranquilla contro i Lions Nato, i gialloblu avranno pertanto un vantaggio in più per provare a bissare, e prendere così il largo in graduatoria. Avversario di turno sarà però un altro club che ha cominciato bene la stagione, lo Spartacus del presidente D’Addona. Gli uomini del neo direttore tecnico Franco Cioffi sono anzi quelli che hanno fatto meglio, unici ad aver vinto in esterna la propria gara, contro l’Angri. A suonare la carica in vista dell’incontro è il flanker della formazione gialloblu, Francesco Pagliarulo, che veste anche la carica di presidente dell’Ariano Rugby. “Per noi questo è l’anno delle conferme – spiega – Vogliamo dimostrare che non siamo una favola, ma una realtà che vuole competere e fare bella figura. L’organico è rinnovato, in un cocktail di atleti nuovi e vecchi, ma tutti determinati. La prima contro i Lions è andata bene – prosegue Pagliarulo – ma siamo consapevoli che dobbiamo migliorare settimana dopo settimana, soprattutto sotto il profilo atletico. Lo Spartacus sarà un altro importante banco di prova, anche perché conosco bene Franco Cioffi e si tratta con certezza di un ottimo acquisto per i nostri avversari. Noi daremo il massimo per avere la meglio – conclude – sperando che sia l’occasione giusta anche per la prima meta arianese”.

Nella foto di Guido Matarazzo, coach Maurizio Cascone del Due Principati

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.