Background ADV
  • Domenica 20 Maggio 2018 - Aggiornato alle 13:38

Rugby – Play-out C1, principi nella tana dei dragoni sanniti. C2, scontro al vertice per il IV Circolo

VI Nazioni in pausa e rugby regionale che torna. Domenica in campo le formazioni seniores di C1 e C2. Play-out C1, Due Principati in casa del San Giorgio del Sannio per sfatare la ‘maledizione del dragone’. Sbozza: “Fondamentale non perdere, altrimenti tutto diventerà molto complicato”. C2, tempo di scontro diretto tra la capolista Napoli/Afragola e il IV Circolo Benevento/Ariano. Armonico: “Trasferta che fa salire l’ansia per la voglia di dimostrare la nostra forza”

Rugby – Play-out C1, principi nella tana dei dragoni sanniti. C2, scontro al vertice per il IV Circolo

Non comincia nel migliore dei modi il VI Nazioni 2018 per l’Italrugby. Contro Inghilterra, in casa, e Irlanda, fuori, sono arrivate infatti due rotonde sconfitte, con gli eloquenti finali di 15-46 e 56-19, che preannunciano un’altra edizione di sofferenza per i colori nazionali. Per provare a rialzare la testa Parisse e compagni avranno ora a disposizione il terzo turno, con la trasferta in casa della Francia, che si terrà però solo nel prossimo weekend, motivo per il quale in questo fine-settimana ritorneranno i tornei regionali di rugby. Si tratterà però solo di una fugace apparizione per le serie C1 e C2 campane, poiché i campionati verranno nuovamente intervallati con la kermesse continentale fino a metà marzo. Intanto dopo tre settimane di riposo è però tempo di ritornare in campo per entrambe le compagini irpine della palla ovale. Nei play-out di C1 i Due Principati Avellino/Salerno saranno di scena domenica al comunale di San Martino contro il San Giorgio del Sannio. La gara, valida per il secondo turno del barrage, è stata fissata alle 14.30, e verrà diretta da Domenico Gargiulo. In C2 si giocherà invece il decimo turno, terzo di ritorno, e tutti i riflettori saranno puntati sul Villaggio del Rugby, dove la capolista Napoli/Afragola ospiterà il IV Circolo Benevento/Ariano, secondo in classifica. Lo scontro al vertice sarà affidato al fischietto Alessandro D’Orsi, e scatterà alle 14.30.

Cominciando come da prassi dalla C1, è già tempo di sfide decisive per i rossoverdi di coach Cascone. Archiviata la sconfitta dell’esordio contro il forte Torre, capitan Zizza e compagni dovranno fare di tutto per iniziare a raccogliere punti nel minitorneo, se vogliono scongiurare la retrocessione diretta, o lo spareggio. Di contro ci sarà un avversario che avrà però analoghe esigenze, con l’aggravante di aver perso, sempre in casa, lo scontro diretto con il Vesuvio, e di non poter avvantaggiarsi di coach Serino per squalifica. Confronto tra formazioni alla disperata ricerca di punti, dunque, con la cabala che però, in molti ormai lo sanno, dà completamente ragione ai padroni di casa. La ‘maledizione del dragone’, come ribattezzata, ha infatti sempre colpito in tutti i precedenti tra i due club, ed è questo forse l’aspetto che fa più paura in casa Due Principati. “I fatti dicono che il San Giorgio del Sannio non è imbattibile – spiega il presidente dei principi, Gigi Sbozza – Eppure per qualche incomprensibile ragione contro di noi riesce sempre a spuntarla. È arrivato il momento di rompere questo incantesimo – afferma – e per farlo potrebbe andar bene anche un pareggio, per quanto si tratti di un risultato molto raro in questo sport. Fondamentale in ogni caso sarà non perdere, perché con il Torre virtualmente fuori dai giochi la retrocessione è di fatto un discorso a tre tra noi e il Vesuvio. Non sono perciò ammessi passi falsi”. Agli ordini di coach Cascone la truppa avellino/salernitana si è regolarmente allenata in queste settimane di pause, ed ha recuperato quasi completamente i ranghi.

Discorso del tutto analogo, in fatto di preparazione, per il IV Circolo Benevento/Ariano, che del resto è atteso dalla gara più importante della stagione. In casa della battistrada Napoli/Afragola cadetta i sannito/ufitani si giocheranno infatti una grossa fetta delle possibilità di riconquistare la vetta, e guadagnare così la promozione diretta in C1 senza passare per il rebus dello spareggio. Sei i punti da recuperare, quando al termine del torneo mancano cinque gare, con la consapevolezza però di avere anche un ampio margine sulle inseguitrici. E in questo senso la partita del Villaggio del Rugby potrebbe essere vista anche sotto una diversa angolatura, dove cioè i gialloblu di coach De Vanna avranno poco da perdere. È questa, espressa in modo diverso, la chiave di lettura dell’imminente big match per Annachiara Armonico, dirigente dell’Ariano Rugby. “Comunque vada l’incontro con il Napoli/Afragola, noi resteremo sempre secondi in classifica, e saranno gli altri turni del campionato a definire la graduatoria finale. Al di là di queste considerazioni però c’è comunque grossa ansia per questa sfida – ammette - come sempre accade quando si affronta una squadra forte. Se con l’Angri abbiamo perso per un errore burocratico, quella con il Napoli/Afragola all’andata è stata finora l’unica sconfitta stagionale maturata sul campo – ricorda - Per questo ci piacerebbe molto riscattarla”.

Restando ancora alla C2, nella settimana scorsa Zona Orientale Salerno e Spartacus hanno consumato il primo dei due recuperi della categoria. Ad avere la meglio gli ospiti dello Spartacus, che hanno superato il XV di casa 9-24 con quattro mete. Alla luce di questo verdetto i casertani agganciano il Campobasso a quota 24 in terza piazza, dietro a IV Circolo (32) e Napoli/Afragola (38), e davanti a Angri (12), Zona Orientale (11), Lions Nato (8), e Sarnese (5). Per una gara recuperata lo Spartacus però ne perderà un’altra, perché Spartacus – Lions Nato, in programma domenica, è già stata riprogrammata al 22 aprile. Negli altri incontri di giornata la Zona Orientale Salerno ospiterà al Santo Spirito di Avellino gli Hammers Campobasso, e la Sarnese l’Angri. Nei play-out di C1 invece, dopo il primo turno, la classifica pone il Torre a quota 5, il Vesuvio a 4, il San Giorgio del Sannio a 1, e i Due Principati a 0. Nell’altro incontro in programma domenica sarà il Torre a far visita al Vesuvio.

Ultima modifica ilMercoledĂŹ, 14 Febbraio 2018 23:40

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.