Background ADV
  • Giovedì 13 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 09:11

Rugby – Play-out C1: Due Principati, col Vesuvio vietato sbagliare. C2, IV Circolo al S. Spirito per allontanare lo Spartacus

Weekend ricco per la palla ovale, con Italia-Galles per il VI Nazioni, play-off e play-out di C1, e il recupero di tre gare in C2. Al Santo Spirito le partite di entrambe le irpine. Si partirà in mattinata con Zona Orientale Salerno – IV Circolo. Armonico: “Vogliamo il secondo posto sul campo, ma guai a sottovalutare gli avversari”. Si proseguirà nel primo pomeriggio con Due Principati – Vesuvio. Sbozza: “Avversario imprevedibile, ma dobbiamo vincere a tutti i costi se vogliamo salvarci”

Rugby – Play-out C1: Due Principati, col Vesuvio vietato sbagliare. C2, IV Circolo al S. Spirito per allontanare lo Spartacus

Weekend all’insegna della palla ovale quello che si avvicina, sia a livello nazionale che regionale, ma anche provinciale. Tornerà infatti il VI Nazioni 2018, con il quarto round, che per l’Italia propone la trasferta in casa del Galles. Si giocherà domenica al Principality Stadium a partire dalle 15.00. Scenderanno in campo anche molte formazioni regionali, comprese le due irpine, impegnate nei rispettivi campionati. A ritrovare il rettangolo di gioco saranno tutte le protagoniste della C1 campana, mentre per la C2 campano/molisana sono in programma tre recuperi. Nei play-off interregionali della C1 per il passaggio in serie B si gioca il quarto turno, con la capolista Partenope Napoli che ospiterà il Ragusa Rugby, ed il Santa Maria Capua Vetere ad attendere le Tigri Bari. Nei play-out, invece, si recupererà integralmente il terzo turno d’andata, non disputato domenica scorsa per il maltempo. I Due Principati Avellino/Salerno ritroveranno le mura amiche nella delicata sfida al Vesuvio, mentre a Boscotrecase il Torre del Greco ospiterà il San Giorgio del Sannio. In C2 due dei tre recuperi riguarderanno la quattordicesima giornata, e quarta di ritorno, l’altro la settima, ultima d’andata.

Nel primo caso il IV Circolo Benevento/Ariano è atteso dalla Zona Orientale Salerno e l’Angri dai Nato Lions, mentre per il secondo si confronteranno a Sarno i locali cavalieri e lo Spartacus. Palinsesto ricco, come si accennava, che avrà uno dei teatri principali nel Santo Spirito di Avellino. Il plesso del capoluogo irpino ospiterà infatti anche per questa settimana due gare, ma a calcare il manto erboso adiacente al torrente Fenestrelle stavolta saranno entrambe le irpine. Si partirà alle 11.00, con Zona Orientale Salerno – IV Circolo Benevento/Ariano. Sotto la direzione di Daniele Ambrosio la matricola salernitana – che per le gare interne usufruisce appunto del Santo Spirito – proverà a mettere i bastoni tra le ruote al XV di De Vanna, impegnato nella difesa del secondo posto in classifica generale. Alle 14.30 è invece in programma l’appuntamento con i play-out di C1. Per i Due Principati Avellino/Salerno l’esame Vesuvio sarà verosimilmente il più importante della stagione. Un’eventuale sconfitta contro il XV di coach Tagle potrebbe infatti allontanare definitivamente la salvezza diretta, e rendere decisamente più complicata anche la lotta per lo spareggio. L’interessante confronto sarà arbitrato da Daniele Lombardi.

Il nostro destino si deciderà domenica”. Non ha dubbi in proposito il presidente dei Due Principati, Gigi Sbozza, che, nel presentare la partita con il Vesuvio, dice: “La classifica parla chiaro, non possiamo più permetterci passi falsi. Gli incontri con il Vesuvio in passato si sono sempre rivelati aperti e imprevedibili, come nell’ultima regular season – ricorda - quando in casa pareggiammo. Nel barrage inoltre i nostri avversari hanno finora ottenuto dei risultati sorprendenti, che ci impongono di non sottovalutare la loro condizione. Si combatterà fino all’ultimo, e la spunterà chi avrà più fiato ed idee. Sicuramente una bella partita, ma che noi – chiosa Sbozza – dobbiamo vincere a tutti i costi”. Ricordiamo che dopo i primi due turni dei sei complessivi dei play-out gli avellino/salernitani sono infatti fermi a zero punti, mentre il San Giorgio e il Torre ne hanno cinque, e il Vesuvio otto. La preparazione settimanale dei rossoverdi verso l’importante match comincerà domani, con il recupero della seduta saltata questa sera per le forti piogge. La rifinitura è confermata invece per venerdì. A preoccupare coach Cascone non è tanto l’infermeria, che in questo periodo di relativa tranquillità agonistica è andata svuotandosi, quanto il ritmo degli allenamenti, con i capricci del meteo che hanno condizionato tutta la scorsa settimana e, a quanto pare, anche quella da poco iniziata.

Discorso analogo per gli allenamenti del IV Circolo Benevento/Ariano, fortemente condizionati dalla neve prima, e dalla pioggia poi. A differenza dei rossoverdi di coach Cascone tuttavia i gialloblu del presidente/allenatore De Vanna avranno il piccolo vantaggio di poter vivere una vigilia al ritorno in campo più tranquilla. E non perché gli obiettivi stagionali siano già stati centrati, quanto perché, almeno sulla carta, con la Zona Orientale Salerno i sannito/ufitani reciteranno il ruolo di favorita, ed anche il rettangolo di gioco del Santo Spirito sarà solo virtualmente un campo ospite. A complicare tutto però c’è il terzo incomodo, che risponde al nome di Spartacus. I casertani si sono infatti imposti tre giorni fa nello scontro diretto per il terzo posto con gli Hammers Campobasso, conquistando anche il bonus. 33-14 il finale, che catapulta il XV del direttore tecnico Cioffi a quota 29, in compagnia dei molisani, e a soli tre punti dai sannito/ufitani e dalla seconda piazza. Ma lo Spartacus, dopo domenica, avrà ancora una gara da recuperare – con i Nato Lions – e potrebbe pertanto scavalcare il IV Circolo anche se i gialloblu dovessero sempre vincere. Potrebbe non bastare in ogni caso la bella rimonta ai casertani per accedere allo spareggio promozione. A bocce ferme infatti bisognerà valutare l’assolvimento all’obbligatorietà in materia di giovanili.

“Dopo essere stati costretti a rinunciare all’ambizione di primato – il Napoli/Afragola ha vinto anche domenica scorsa in casa della Sarnese portandosi all’irraggiungibile quota 48, ndr – ci aspettavamo una lotta a tre fino al termine per il secondo posto. E così sembra stia andando, anche se gli ultimi risultati fanno avanzare pericolosamente soprattutto lo Spartacus. In questo senso gli otto punti di penalizzazione d’inizio campionato appaiono ora come un vero e proprio macigno”. Ad ammetterlo lucidamente è Annachiara Armonico, portavoce dell’Ariano Rugby, che rilancia ad ogni modo le ambizioni dei gialloblu: “A prescindere dai verdetti stagionali il nostro obiettivo resta quello di conquistare il secondo posto sul campo, sia per meritare pienamente l’accesso allo spareggio promozione, sia per attestare una crescita del gruppo dopo il terzo posto dell’anno scorso”. Per farlo il primo ostacolo da superare sarà la Zona Orientale Salerno, simpatica matricola della C2 e compagine ‘gemellata’ con i Due Principati. I numeri sembrerebbero lasciare poche speranze ai padroni di casa – indietro in classifica di 21 punti dai gialloblu – ma Armonico non si fida, e predica prudenza. “Come sempre l’errore più grande sarebbe quello di sottovalutare gli avversari – spiega – Siamo consapevoli della bontà del lavoro svolto finora, e delle nostre potenzialità, ma non dobbiamo essere spavaldi. In campo bisognerà dare come al solito il massimo – conclude - se vogliamo evitare spiacevoli sorprese”.

A proposito di campo, quella del Santo Spirito potrebbe anche non essere l’ultima gara in Irpinia del IV Circolo prima del termine della stagione. Il sodalizio del presidente Pagliarulo sta infatti lavorando per portare ad Ariano il turno interno del 25 marzo contro l’Angri. Una bella iniziativa, che rappresenterebbe anche un’importante vetrina per la palla ovale sul Tricolle. Tutto dipenderà però dalla burocrazia, con l’auspicio che l’Amministrazione Comunale di Ariano sappia cogliere la bontà di questa opportunità.

Ultima modifica ilGiovedì, 08 Marzo 2018 19:58

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.