Background ADV
  • Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 10:16

Rugby – Spareggio, all’andata passa il San Giorgio. Arena Mennea, buona la prima. Partenope in serie B

Si chiude con la vittoria esterna del San Giorgio del Sannio lo spareggio d‘andata C1/C2 con il IV Circolo. Sul Tricolle finisce 8-20, e per i sannito/ufitani il sogno promozione si allontana. Melito: “Paghiamo errori e ingenuità, ma non abbiamo nulla da perdere e dobbiamo preparare con serenità il ritorno”. Debutto sportivo per il Mennea, Armonico: “Entusiasmo ed emozione per un’iniziativa che ripeteremo il prima possibile”. Play-off C1, la Partenope Napoli espugna Ragusa e ritrova la serie B con una giornata d’anticipo

Rugby – Spareggio, all’andata passa il San Giorgio. Arena Mennea, buona la prima. Partenope in serie B

Non comincia nel migliore dei modi per il IV Circolo il doppio confronto promozione/retrocessione con il San Giorgio del Sannio. La gara d’andata si chiude infatti con la vittoria corsara di questi ultimi, 8-20 il finale, i quali ora si prepareranno al ritorno con la consapevolezza di aver già fissato saldamente un piede in C1. Sogno promozione appeso a un filo, dunque, per la truppa del presidente/allenatore De Vanna, che però viene abbondantemente confortato dall’altro esame in programma nella giornata: il battesimo sportivo dell’arena Mennea di Ariano. In questo senso è decisamente positivo il primo bilancio dell’Ariano Rugby sull’iniziativa, con una buona partecipazione di pubblico (circa 150 presenze, nonostante la concomitanza di altri importanti eventi sportivi) e tanto entusiasmo, soprattutto da parte dei più piccoli, “per un appuntamento – spiega Annachiara Armonico, portavoce del club ovale ufitano – che proveremo a replicare il prima possibile. Vedere una partita di rugby nella nostra città è stato davvero emozionante – aggiunge – così come ricevere i complimenti dagli altri club invitati all’evento. Ci piacerebbe riorganizzare qualcosa per quest’estate – chiosa – Se non fosse possibile ne riparleremo senz’altro l’anno prossimo”.

Venendo alla cronaca, sotto la direzione arbitrale di Vincenzo De Martino IV Circolo Benevento/Ariano – San Giorgio del Sannio comincia come da programma alle 16.30. In campo i secondi classificati della serie C2 campano/molisana, i padroni di casa, e i penultimi dei play-out di serie C1, gli ospiti di coach Serino, per contendersi le rispettive categorie. Confronto, come si ricordava, d’andata, che comincia subito in salita per i locali. Dopo due soli giri di lancette il San Giorgio del Sannio è già in meta, con tanto di trasformazione. La partenza shock non disunisce però i gialloblu, oggi nella divisa verdeblu dell’Ariano, che due minuti dopo capitalizzano su piazzato un calcio di punizione, e grazie a Spinazzola accorciano sul 3-7. La gara è vibrante e piena di capovolgimenti di fronte, e al settimo anche gli ospiti optano per la piazzola, centrando con precisione il 3-10. Nel primo confronto di questo biennio tra i due club la tanto paventata differenza di categoria sembra dare ragione solo in parte al XV di C1, anzi con il passare dei minuti, sostenuti anche dall’entusiasmo del pubblico, i padroni di casa si propongono con sempre maggiore convinzione. La difesa del San Giorgio è però attenta, e al 28esimo il IV Circolo prova a guadagnare qualche punto nuovamente dalla piazzola. Il calcio di Spinazzola stavolta però non inquadra i pali ad acca. Il nervosismo gioca un brutto scherzo agli ospiti, che poco dopo restano temporaneamente in inferiorità per giallo, ma le offensive dei verdeblu s’infrangono sistematicamente contro l’attenta difesa sangiorgese fino all’intervallo. Coach De Vanna non effettua cambi, e la ripresa si apre sulla stessa falsa riga del primo tempo.

La tegola però è dietro l’angolo. Ed è ancora un piazzato a smuovere gli equilibri, al 50esimo. L’ovale calciato dal San Giorgio sembra dubbio, ma l’arbitro concede i tre punti, con il parziale che si assesta sul 3-13. Serve una spinta maggiore per provare la rimonta, e coach De Vanna decide allora di calare il tris di cambi. Entrano Emanuele e Giuseppe Zeoli e Gramazio, rispettivamente per De Duonni, Spinazzola e Ievole, e la mossa sortisce subito effetto, perché al 55esimo i padroni di casa vanno in meta. A siglarla, perché a volte gli scherzi del destino sono belli, proprio un arianese, Luigi Bongo, che festeggia la prima marcatura stagionale e il battesimo dell’arena Mennea. A Borracino non riesce la trasformazione a seguire, ma sull’8-13 le speranze dei locali sono decisamente rinfocolate. Le sorprese negative però non sono finite, perché due minuti dopo tocca anche a Gramazio pagare con il giallo. Il San Giorgio prova allora a riallontanarsi con i calci di punizione, ma i tentativi del 58esimo e del 67esimo sono fuori misura. De Vanna si gioca il quarto cambio, richiamando Bongo per Giangregorio, ma la retroguardia ospite non si fa più sorprendere, indebolendo progressivamente le velleità dei verdeblu. Nel finale i sanniti di coach Serino tornano a spingere, e al 78esimo ottengono una meta tecnica per un placcaggio alto – l’episodio probabilmente meriterebbe il Var – che di fatto chiude i conti, grazie ai sette punti automatici. Un minuto dopo il San Giorgio può sfruttare un ultimo calcio, ma la mira non è precisa, e il derby sannita, un po’ anche irpino, si chiude sul finale di 8-20.

“Abbiamo disputato una discreta gara, e abbiamo perso più per demerito nostro che per un’effettiva superiorità dei nostri avversari. Troppi errori in fase offensiva e qualche ingenuità di troppo ci hanno condannato”. A commentare così la partita è Matteo Melito, pilone del IV Circolo e vice-presidente dell’Ariano Rugby, che in vista del ritorno professa tranquillità. “Non abbiamo nulla da perdere in questo spareggio – dice – e questo ci darà la giusta serenità per andare a giocare un’altra buona prova nella gara di ritorno, e chiudere così in bellezza la stagione”. Circa il debutto sportivo del Mennea Melito parla di “un’iniziativa riuscita. Era un primo approccio tra Ariano e la palla ovale – spiega – e il connubio ha mosso bene i primi passi. Calore e sostegno non sono mancati, così come la vivacità dei più piccoli, che ha accompagnato anche il terzo tempo. Per noi – assicura – si è trattato di una piccola grande vittoria”.

IV Circolo Benevento/Ariano: Melito, Iannone, Schiavo, Belmonte, Inserra, Ievole (52° Gramazio), Vetrone, De Blasio, Orlando, De Duonni (52° Zeoli E.), Bongo (72° Giangregorio), Terlizzi, Bruno, Spinazzola (52° Zeoli G.), Borracino

Il return match dello spareggio promozione si disputerà tra sette giorni a campi invertiti, probabilmente a San Martino Sannita, dove solo una rotonda impresa in trasferta potrebbe rispalancare le porte della C1 ai sannito/ufitani. Intanto, passando agli altri appuntamenti del pomeriggio, è stato sospeso durante lo svolgimento l’ultimo recupero del campionato di C2, Sarnese – Spartacus, sul quale in settimana si esprimerà il giudice sportivo. Nei play-off di C1 arriva invece con una giornata di anticipo la matematica promozione in serie B della Partenope Napoli. L’indiscussa capolista del barrage campano/pugliese/calabrese/siciliano si regala la soddisfazione di mantenere l’imbattibilità anche sul campo dell’ultima inseguitrice, il Ragusa, vincendo 10-34, e mettendosi ora a ben undici lunghezze di distanza in graduatoria. Domenica prossima il XV napoletano potrà festeggiare tra le mura amiche la promozione, nella partita conclusiva del barrage con il Salento Trepuzzi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.