Background ADV
  • LunedĂŹ 16 Luglio 2018 - Aggiornato alle 22:17

Rugby - Al vaglio la Coppa Seven, Due Principati e IV Circolo interessate. Ripescaggio, sarĂ  lotta involontaria tra irpine

Chiusa la stagione ufficiale, nel Comitato Campano si lavora per sondare le adesioni ad un’appendice agonistica. L’idea è quella della riconferma della Coppa Seven, con data d’inizio il 20 maggio. Due Principati Avellino/Salerno, Sbozza: “Il gruppo è propositivo e stiamo valutando la partecipazione”. IV Circolo Benevento/Ariano, Armonico: “Possibilità di riportare l’ovale sul Tricolle, ma il seven richiederà grande impegno”. Ipotesi ripescaggio, il cerchio si stringe sulle due irpine

Rugby - Al vaglio la Coppa Seven, Due Principati e IV Circolo interessate. Ripescaggio, sarà lotta involontaria tra irpine

Con l’emanazione dell’ultimo verdetto di tre giorni fa – la salvezza del San Giorgio in C1 e la mancata promozione del IV Circolo – la stagione seniores della palla ovale dilettante della Campania giunge al capolino. O quasi. Come da tradizione, lo si è già sottolineato, anche quest’anno sembrerebbe infatti verosimile un’appendice di regular season con un torneo minore, utile a far proseguire l’attività sportiva alle società interessate nella seconda fase della primavera. Si tratta di un dettaglio non di poco conto, perché con l’inizio dei prossimi campionati, fissato in genere ad ottobre, uno dei rischi è che una pausa troppo lunga possa minare l’integrità della rosa dei club. Circa la natura della competizione, la proposta che va materializzandosi in seno al Comitato Campano è quella della riconferma della Coppa Seven, in linea con i dettami federali di impulso alla pratica di questa variante della disciplina che dal 2016 è rientrata nel programma olimpico. Di ufficiale non c’è ancora niente, perché l’organismo del presidente Senatore ha voluto preliminarmente esplorare la disponibilità dei club. Sarà pertanto necessario un adeguato numero di adesioni affinché la Coppa Campania veda la luce. Consensi che i club dovranno far pervenire in tempi relativamente rapidi, visto che per il via alle ostilità è stato proposto il 20 maggio, tra due domeniche.

Se la data dovesse essere confermata, struttura e calendario della competizione dovrebbero essere pronti al massimo per l’inizio della prossima settimana, ma non è escluso che novità federali possano arrivare anche a stretto giro. A maggior ragione se anche gli altri club della regione dovessero manifestare lo stesso interesse all’iniziativa dei club irpini. Sia i Due Principati che il IV Circolo si sono infatti già dichiarati arruolabili per qualche tappa. “La squadra appare propositiva rispetto alla Coppa Seven – spiega Gigi Sbozza, presidente dei Due Principati – e stiamo concretamente valutando la possibilità di prendere parte a qualche appuntamento, sia a fine maggio che a inizio giugno”. Sulla stessa lunghezza d’onda Annachiara Armonico, portavoce dell’Ariano Rugby, che sottolinea: “L’idea del Seven è molto stimolante, perché ci darebbe anche l’occasione di riportare la palla ovale sul Tricolle. Si tratta però di una variante della disciplina molto impegnativa, che richiede un’adeguata preparazione fisica. È fondamentale perciò capire prima chi se la sente”. In questo senso l’operazione non sembra complicata per gli ufitani, perché il ritmo preparazione non si è interrotto neanche questa settimana, con i soliti due appuntamenti in autonomia e quello congiunto di Benevento del venerdì, e proseguiranno così almeno fino agli inizi di giugno. Discorso leggermente diverso per i Due Principati, ancora a riposo, con la ripresa della preparazione che scatterà presumibilmente con l’ufficialità del torneo seven.

Intanto proseguono anche le attività societarie per la programmazione della prossima stagione. In casa Due Principati la seconda assemblea di club, programmata per questa settimana, è stata fatta slittare alla fine di maggio, in concomitanza con la vigilia dell’importante vetrina degli Sport Days. Nel frattempo le novità emerse nelle ultime ore riguardano la riconferma della guida tecnica, Maurizio Cascone, che per la stagione 2018/2019 verrà affiancato dagli assistant coach interni Carmine Caliano e Arturo Romeo, entrambi dell’Avellino Rugby, e da un eventuale collaboratore esterno, ancora da designare. Anche per il IV Circolo è attesa a breve una riunione, che tra le priorità avrà quella di riconfermare o meno il gemellaggio tra sanniti e arianesi per la terza stagione consecutiva. Assodata, salvo clamorose sorprese, la guida tecnica di coach De Vanna, l’intenzione delle società sembra quella di proseguire in questo matrimonio sportivo. “Per evitare decisioni frettolose – avverte tuttavia Armonico – sarà opportuno prima valutare le disponibilità concrete all’impegno dei singoli atleti, poi l’impatto sulla rosa degli ex under 18 sia di Benevento che di Ariano”.

Infine l’ipotesi ripescaggio, che, archiviato lo spareggio, coinvolge ora direttamente sia i Due Principati che il IV Circolo. Come noto il rebus riguarda il sovrapporsi delle norme federali circa i criteri per la designazione della squadra avente diritto. Stando al comunicato Fir dello scorso ottobre questo privilegio spetterebbe agli avellino/salernitani, stando alla prassi consolidata, non è affatto escluso che a essere premiato possa essere il IV Circolo, per un dilemma che troverà la soluzione con tutta probabilità a luglio. Ma se i Due Principati sanno da tempo che ci sarà da pazientare, per i gialloblu del presidente De Vanna l’attesa è appena cominciata. Così Annachiara Armonico commenta questa eventualità: “Negli ultimi giorni abbiamo discusso dell’ipotesi ripescaggio, e siamo consapevoli che possiamo rientrare in questo discorso. Ovviamente si tratta di una notizia positiva, ma anche di una grossa responsabilità. La C1 è una categoria dura e competitiva. Ci sarà tanto da sudare – sottolinea – Doverne fare parte richiederà il massimo impegno da parte di tutti”.

Ultima modifica ilGiovedĂŹ, 10 Maggio 2018 01:15

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.