Background ADV
  • Giovedì 18 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 05:34

Rugby – Coppa Seven, appuntamento decisivo ad Avellino. Due Principati e IV Circolo, slittano ancora le decisioni

Al Santo Spirito la terza e ultima tappa di Coppa Campania. Tre formazioni in lotta per la vittoria finale: Arechi, Partenope e Vesuvio. Due Principati, slitta alla prossima settimana la riunione di club. Sport Days, inizio positivo. Ariano, entro giugno l’eventuale rinnovo dell’accordo di gemellaggio con il IV Circolo. Potrebbe slittare ai primi di settembre Entra Nella Mischia

Rugby – Coppa Seven, appuntamento decisivo ad Avellino. Due Principati e IV Circolo, slittano ancora le decisioni

Nonostante l’assenza delle squadre irpine, la Coppa Campania 2018 di Rugby Seven si accinge a sbarcare ad Avellino. Come anticipato nella scorsa settimana, infatti, la prossima tappa del torneo si terrà presso il Santo Spirito (nella foto), ma sotto l’organizzazione della Zona Orientale Salerno. In campo, come nei due appuntamenti precedenti, scenderanno sia le formazioni seniores, sia quelle juniores, per un’intesa attività ovale che scatterà alle 11.00 di domenica mattina e si concluderà nel corso del pomeriggio. Circa il novero delle squadre iscritte, bisognerà aspettare come da consuetudine domani, quando dagli uffici di via Longo a Napoli verranno diramati la struttura e il calendario delle gare. Non è difficile in ogni caso ipotizzare che alla tappa parteciperanno un po’ tutte le società, soprattutto quelle in odore di vittoria finale del trofeo. Il motivo è presto spiegato. Il Comitato Campano ha infatti sciolto le riserve sulla durata della competizione, stabilendo che quella del Santo Spirito sarà la terza e ultima giornata – una in meno del massimo previsto – al fine di far riposare i club in vista degli eventi di beach rugby che seguiranno, e quindi si tratterà dell’appuntamento decisivo.

A questo proposito la seconda giornata di Coppa, consumata al Villaggio del Rugby di Napoli quattro giorni fa, non ha mancato di fornire ulteriori spunti di interesse. A partire dalla vincitrice, la più blasonata del lotto delle iscritte: la Partenope Napoli. Cinque le formazioni presenti, contro le sei annunciate alla vigilia: il Napoli/Afragola, squadra ospitante, l’Arechi, il Vesuvio, la Zona Orientale Salerno, e, come anticipato, la Partenope. A dare forfait all’ultimo minuto, invece, il Napoli/Afragola squadra cadetta. La formula scelta è stata quella del girone unico all’italiana, con gare di sola andata. A dare il via alle danze, Napoli/Afragola – Zona Orientale, terminata con un pareggio, 24-24, Negli altri incontri, insieme alla Partenope, a offrire un buon seven è stato ancora una volta l’Arechi, per la seguente classifica di giornata: Partenope 19 (12 punti guadagnati), Arechi 15 (10 punti), Vesuvio 8 (8 punti), Napoli/Afragola 6 (4 punti), Zona Orientale Salerno 3 (2 punti). Alla luce di questi risultati, e di quelli di due domeniche fa, la graduatoria generale di Coppa recita invece: Arechi 22, Vesuvio 18, e Partenope 12 – che si giocheranno verosimilmente la vittoria finale ad Avellino - mentre Napoli/Afragola e Sarnese, appaiate a 4, sono ormai matematicamente fuori dal discorso trofeo.

Spostandoci sul fronte delle irpine, è ancora in stand-by la decisione dei Due Principati circa il futuro assetto societario. La riunione di club, necessaria a discutere dell’opportunità di riformare una franchigia o meno, prevista per questa settimana, è infatti ulteriormente slittata alla prossima. Nella circostanza si discuterà verosimilmente anche di festa del Solstizio d’Estate, che come ogni anno celebrerà a fine mese il genetliaco dell’Avellino Rugby, con una giornata ricca di palla ovale e non solo. Nel frattempo sono cominciati gli Sport Days, con la presenza pressoché costante nel secondo pomeriggio di una delegazione dell’Avellino, e la sinergia, già avviata domenica, con una rappresentanza del Battipaglia, per una dimostrazione congiunta. I Due Principati, inoltre, presenzieranno anche alla tappa conclusiva di Coppa, in qualità di curatori della struttura, ma anche come buona scusa per respirare la sempre benvoluta aria di rugby giocato.

Spostandoci sul Tricolle, è andato calando molto lentamente il sipario sulle nozze dell’Ariano Rugby, celebrate lo scorso venerdì tra il presidente del sodalizio, Francesco Pagliarulo, e la dirigente Irene Scarpellino. Il ritorno al lavoro per lo staff del XV ufitano non si è rivelato tuttavia particolarmente gravoso. Il gruppo seniores è infatti a riposo – con l’opzione della seduta congiunta a Benevento del venerdì - mentre per quanto riguarda le vicende societarie – nella fattispecie il rinnovo del gemellaggio con il IV Circolo – tutto lascia presagire che il nodo verrà sciolto entro questo mese. L’occasione giusta potrebbe essere la festa di chiusura delle attività agonistiche dei beneventani, programmata per sabato 16 giugno, in cui i due club si ritroveranno inevitabilmente a parlare di progetti per il futuro. Nel frattempo al vaglio dell’Ariano Rugby c’è un’altra interessante iniziativa, quella di esportare il rugby a Monteleone di Puglia, in provincia di Foggia, dove risiede un gruppo di rifugiati politici, a cui offrire delle dimostrazioni della disciplina. È ancora troppo presto, infine, per parlare di Entra Nella Mischia, la festa degli ufitani, con l’unica novità che forse la tradizionale data di fine agosto per questa edizione verrà fatta slittare ai primi di settembre.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.