Background ADV
  • Martedì 11 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 23:08

Rugby – ‘Nziria’ di ovale sulla sabbia a Castel Volturno. Due Principati, nuove ombre sul futuro

Torna il rugby balneare con il secondo appuntamento regionale a Castel Volturno. Sulla sabbia dieci formazioni di Campania e Lazio per contendersi la vittoria della quarta edizione di “A’nziria Beach Rugby 2018”. Due Principati Avellino/Salerno, nulla di fatto nella riunione di ieri. Assemblea aggiornata alla prossima settimana. Lo sfogo di Sbozza: “Impensabile pianificare il futuro senza sapere in quale categoria si giocherà. L’auspicio è che ci siano in ogni caso i numeri”. IV Circolo Benevento/Ariano, resta in stand-by la questione campo da gioco. I gialloblu attendono che si calmino le acque nel Consiglio Comunale di Ariano per sondare l’ipotesi Arena Mennea

Rugby – ‘Nziria’ di ovale sulla sabbia a Castel Volturno. Due Principati, nuove ombre sul futuro

È il beach rugby il protagonista incontrastato di questo ultimo di scorcio di stagione ovale in Campania. Dopo la tappa dello scorso 23 giugno a Napoli – con la partecipazione di almeno trecento rugbisti tra Lazio e Campania (nella foto di Valeria Sorbino) e la vittoria finale dei Pirati di Nisida – la carovana balneare si trasferirà a Castel Volturno per il secondo round regionale. L’appuntamento – inserito nel programma della Lega Italiana Beach Rugby e denominato “A’nziria Beach Rugby 2018” - è fissato per questo sabato, con la Partenope Rugby che subentrerà ai cugini dell’Amatori Napoli nelle vesti di club organizzatore della giornata. Quarta edizione per la kermesse, con la presenza di dieci formazioni provenienti dalla Campania e dal Lazio, dove però non figurano, come noto, rappresentative irpine. La tappa proseguirà anche nella giornata di domenica, dove a darsi battaglia saranno le compagini locali delle categorie juniores e minirugby.

Non solo beach rugby in ogni caso, nell’agenda dell’ovale campano. Si avvicina anche l’importante appuntamento con l’assemblea regionale del 14 luglio, vero e proprio ponte tra la stagione che volge al termine e quella che verrà. Nell’assise si trarrà il bilancio sull’annata 2017/2018, con la relazione tecnico/morale/finanziaria del presidente Fabrizio Senatore, e saranno celebrate le premiazioni per il Foto Contest e il premio Responsabilità Sociale, ma inizierà a prendere forma anche la struttura dei campionati 2018/2019, perchè a metà luglio scadranno i termini ordinari per l’iscrizione dei club. Come già accaduto, non sono escluse deroghe a questa scadenza, ma non è questo il motivo per il quale la programmazione della stagione sarà parziale e relativa. Le decisioni più importanti – struttura dell’intera C1 e di conseguenza di quella campana, linee guida per l’organizzazione dei campionati regionali di C2, e verdetto sui ripescaggi – spetteranno infatti alla Federazione Italiana Rugby.

Il Consiglio Federale, sede naturale per le suddette questioni, si terrà due volte: tra le fine del corrente mese e l’inizio di agosto. È poco probabile dunque che Due Principati e IV Circolo possano ottenere delucidazioni sul ripescaggio nell’arco di pochi giorni. La constatazione, apparentemente poco rilevante, si sta invece trasformando in un grosso macigno a metà strada tra i Due Principati e la prossima stagione. La riunione di club dei rossoverdi, in programma questa settimana e tenuta ieri sera a Salerno, non ha infatti prodotto risultati definitivi anche per questo motivo. Nel corso della discussione sono emerse le tante e diverse incertezze della rosa sulle ipotesi di futuro possibile – franchigia/gemellaggio o meno con altre compagini, nel dubbio tra la partecipazione ad una impegnativa C1 o una più abbordabile C2 - con l’unica certezza arrivata dal gruppo di Battipaglia, che ha espresso la volontà di ritornare alla base per costruire una squadra propria. Per questo il club avellino/salernitano ha deciso di aggiornare il dibattito alla settimana prossima, verosimilmente tra il 10 e il 12 luglio, quando Sbozza, Roca, gli altri dirigenti e la delegazione dei giocatori, si ritroveranno attorno a un tavolo per sciogliere ogni nodo.

A spiegare come si delinea, a questo punto, il futuro dei principi, è lo stesso presidente Luigi Sbozza, che afferma: “I tanti punti interrogativi legati alla categoria in cui giocheremo, uniti alle fisiologiche difficoltà di un club dilettantistico, di certo non ci stanno aiutando nella programmazione. Sono informazioni importanti per una società non professionista – sottolinea – perché si è costantemente alle prese con la necessità di trovare una sintesi tra tante e diverse esigenze di individui, che sono per lo più ragazzi alle prese anche con le altre tappe della vita. Per un campionato di C2 – aggiunge Sbozza – può bastare anche una rosa di 20/22 atleti, ma per la C1 l’esperienza dimostra che servono almeno 30 unità. Gestire il futuro senza sapere quale dei due scenari si dovrà fronteggiare equivale a brancolare nel buio. L’auspicio naturalmente è che nonostante tutto alla fine si trovino i numeri giusti per proseguire, in attesa delle decisioni federali. Se così non dovesse essere – conclude Sbozza - allora si volterà pagina, e ci si inizierà a dedicare alle giovanili”.

Il discorso ripescaggio, anche se in toni minori, è importante anche per il IV Circolo. In questo caso il problema non è però la rosa, dopo il rinnovo dell’intesa di collaborazione tre beneventani e Ariano Rugby, quanto l’organizzazione delle gare. Come noto, i gialloblu sono alle prese con il rebus campo, visti gli imminenti lavori di restyling del Ferrovia di Benevento. L’idea sarebbe quella di provare a traghettare gli incontri interni presso l’Arena Mennea di Ariano, ma per farlo sarà necessario l’assenso dell’amministrazione comunale del Tricolle. Proprio su questo versante non sono proprio i giorni migliori, quelli in corso, per l’avvio di un contatto tra le parti. La giunta del sindaco Gambacorta sta infatti attraversando una fase di turbolenza/trasformazione, con la riassegnazione delle deleghe, e l’Ariano Rugby ha ragionevolmente deciso di aspettare che le acque si calmino prima di adoperarsi per fissare un incontro. Intanto comincerà a breve il programma di allenamenti ridotti degli ufitani per il mese di luglio. Il club del presidente Pagliarulo, compresa la sezione femminile, si ritroverà una volta alla settimana per delle sedute leggere fino agli inizi di agosto, quando dovrebbe essere fissata la ripresa ufficiale della preparazione con il IV Circolo.

Ultima modifica ilVenerdì, 06 Luglio 2018 11:15

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.