Background ADV
  • Giovedì 18 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 23:56

Karting club Tufo: Francesco Palladino espugna Siena

Karting club Tufo: Francesco Palladino espugna Siena

"Vincere una gara è sempre bello, ma quando la gara è il "Mojo Trophy" la soddisfazione è immensa." Queste sono le prime battute di Francesco Palladino, a caldo, dopo la bella vittoria in terra toscana.
"Il Circuito Internazionale di Siena, come tutti i kartodromi del centro-nord, si caratterizza per essere molto "gommato" per la presenza contemporanea di tanti kart in pista, noi piloti del sud soffriamo sempre un po' questa condizione dell'asfalto perché i nostri impianti sono sempre più "scivolosi", quindi questo successo pieno (n.d.r. primo in gara 1 e primo in gara 2) per me assume un grandissimo valore sportivo e tecnico."
Poi Francesco ci racconta come sono andate le cose: "Il Karting è uno sport dove il valore del pilota è molto importante ma, senza materiali, fare la differenza è molto complicato. Spesso ci troviamo di fronte a team e piloti che vantano gloriosi palmares e budget illimitati. Ciò consente loro di fare tanti test sempre in condizioni di gara. Purtroppo questo noi non possiamo farlo. In questo weekend abbiamo rischiato più volte di dover alzare bandiera bianca: partecipo al Challenge Italia Rotax nella classe regina, la DD2, da pilota privato (n.d.r. senza l'assistenza di un team) e se hai un problema, anche banale, qualche minuto prima di scendere in pista per la qualifica o per la gara, rischi di vanificare tutti i sacrifici ed il lavoro fatto. Questo è quanto ci è successo più volte durante la domenica di gara, e solo la grande disponibilità di Francesco Laudato (Laudato Racing) e del suo staff mi ha consentito di arrivare in tempo in griglia di partenza."
Con questo doppio successo in terra senese il giovane talento irpino ha consolidato il primato nella classifica di zona centro-sud chiudendo la pratica con una gara di anticipo. "Sì, è vero, il campionato di zona è archiviato, ora ci concentriamo sulla Finale Nazionale che si terrà sul Circuito di Val Vibrata il 7 ottobre; è la gara più importante della stagione" (n.d.r. il vincitore della Finale Nazionale si aggiudica un ticket per partecipare alla Grand Final Rotax Max evento mondiale in programma in Brasile a fine novembre).
Francesco preferisce non parlare di questa opportunità ma vuole invece fare delle dediche e dei ringraziamenti: "In primis voglio dire grazie alla mia famiglia che rinuncia a tante cose per consentirmi di gareggiare e quindi a loro dedico il mio successo a Siena. Grazie a Francesco Laudato per la consueta disponibilità, al Presidente del Karting Club Tufo che mi bersaglia di messaggi di consigli ed incoraggiamenti e infine, ma non ultimo, a Cosimo Duranti che ha sempre un buon consiglio da darmi e riesce a trasmettermi la giusta carica per dare il meglio."

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.