Background ADV
  • Martedì 13 Novembre 2018 - Aggiornato alle 20:56

Avellino perde anche il rugby, i Due Principati rinunciano alla C1. Ariano, è tempo di “Entra nella Mischia”

C1, i Due Principati pronti ad annullare l’iscrizione alla categoria. Roca: “Organico sottodimensionato e difficoltà per gli allenamenti alla base della sofferta decisione”. Futuro separato e all’insegna della rifondazione per i gruppi avellinese e salernitano. A rischio in C1 anche altre società, con il IV Circolo in odore di ripescaggio. Entra Nella Mischia: tutto pronto per la quarta edizione della kermesse ufitana. Appuntamento all’Arena Mennea lunedì 10 settembre

Avellino perde anche il rugby, i Due Principati rinunciano alla C1. Ariano, è tempo di “Entra nella Mischia”

L’avevamo battezzata un’estate lunga, per non dire lunghissima. A distanza di sette giorni forse è il caso di parlare di ultima estate per i Due Principati, o, nella migliore delle ipotesi, di un’estate che rimarrà sicuramente nella memoria. Il progetto rugbistico avellinese e salernitano, nato poco più di quattro anni fa, potrebbe infatti essere arrivato al capolinea, stando alle novità delle ultime ore. Nonostante le rassicurazioni del presidente Sbozza, prima, e del vicepresidente Roca, poi, circa la partecipazione alla C1 campana 2018/2019, il club ha annunciato che procederà alla rinuncia all’iscrizione. Non solo i dubbi sulla consistenza dell’organico alla base della decisione – dubbi mai del tutto fugati, e rafforzati peraltro dalla fuoriuscita di altri elementi della rosa negli ultimi giorni – ma anche oggettive difficoltà organizzative, nel frattempo emerse, sotto il profilo tecnico/atletico. Nello specifico il problema è il campo di allenamento serale – unica fascia oraria compatibile con gli impegni di giocatori dilettantistici - perché il Santo Spirito deve fare i conti con gli orari di chiusura, e, in ogni caso, con l’assenza di illuminazione, mentre dalla sponda salernitana non sono arrivate disponibilità di plessi alternativi.

“Alle già note carenze dell’organico – spiega Antonio Roca – si sono aggiunte quelle strutturali, ed anche se a malincuore questo ci ha indotto a fare un passo indietro”. Solo un miracolo, a questo punto, potrebbe ribaltare la situazione nel poco tempo utile – verosimilmente questa settimana – e, quindi, dopo due anni di C1 e due di C2, i rossoverdi di coach Cascone si preparano a restare alla finestra. Per la città di Avellino si tratterà invece della prima stagione sportiva senza palla ovale da undici anni a questa parte. Circa il futuro, è ancora Roca a riferire, facendo trasparire – almeno per il momento – una fase separata per i due gruppi coinvolti. “Dal lato avellinese – spiega – è tempo di dedicarci alla rifondazione di un sodalizio strutturato, e l’intenzione è quella di dedicare la prossima annata alla riorganizzazione sul territorio di tutte le categorie, soprattutto quelle giovanili”. In attesa che i prossimi giorni chiariscano meglio il futuro, è assolutamente improbabile, ma non impossibile, l’eventualità che l’Avellino Rugby riunisca un numero adeguato di giocatori in tempi record per tentare un’iscrizione in extremis alla C2. “Teoria – scherza Roca – che potrebbe anche diventare pratica. Ma il tempo a disposizione – ammette - è davvero esiguo”.

L’assenza della palla ovale nel capoluogo irpino verrà colmata ad ogni modo dall’Ariano Rugby, che si accinge a scendere in campo per il terzo anno consecutivo in gemellaggio con il IV Circolo Benevento. E proprio le novità pervenute dal quartier generale dei Due Principati, unite ad insistenti indiscrezioni che vedrebbero altri club a rischio di esclusione dalla C1 – confermate dai ritardi federali sulla diramazione del calendario delle gare – potrebbero a questo punto rispalancare le porte della categoria superiore ai gialloblu di De Vanna. Come si ricorderà, i sannito/ufitani hanno perso la promozione solo allo spareggio, e quindi in caso di ripescaggi sarebbero senz’altro la prima scelta. Tutto sarà più chiaro nel giro dei prossimi giorni. Il Comitato Campano, che ha riaperto i battenti lunedì, ha infatti prorogato i termini per l’iscrizione alla C1 a dopodomani, mentre entro la metà della prossima settimana è atteso il calendario. A seguire toccherà alla C2, verosimilmente la settimana successiva.

Tornando ai gialloblu beneventano/arianesi, sul Tricolle è intanto partita anche la preparazione dell’Ariano Rugby, e con una gradita sorpresa. L’amministrazione comunale ufitana ha infatti concesso al sodalizio del presidente Pagliarulo la fruizione gratuita dell’Arena Mennea per gli allenamenti fino al prossimo 15 settembre. “Ringraziamo davvero di cuore – dichiara Annachiara Armonico, portavoce del club - il sindaco Gambacorta e l’assessore allo sport Manganiello per la sensibilità dimostrata”. Oggi tuttavia il gruppo non si è allenato in Irpinia ma a Benevento – il Mennea è servito infatti per ospitare l’elicottero che ha portato in visita il Presidente della Repubblica Mattarella – mentre venerdì sarà il IV Circolo a ricambiare la visita. Nel frattempo è partito il conto alla rovescia per “Entra Nella Mischia”, l’open day dell’Ariano Rugby per la promozione e divulgazione della disciplina ovale. La quarta edizione della kermesse si terrà lunedì 10 settembre all’Arena Mennea a partire dalle 16.00, ma non sarà solo lo slittamento a settembre l’unica novità. L’evento coinciderà infatti con un normale allenamento delle squadre juniores e seniores, anche se vedrà il coinvolgimento delle famiglie e dei nuovi interessati – “Si spera siano in tanti”, auspica Armonico - alla pratica dello sport ovale.

Foto di Guido Matarazzo

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.