Background ADV
  • Mercoledì 19 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 04:09

Rugby, via ai tornei. C1, fibrillazione per l’esordio in casa Ariano. C2, Avellino parte con qualche certezza in più

Cominceranno domenica tra le mura amiche i campionati di IV Circolo Benevento/Ariano, in C1, e Avellino, in C2. Al Ferrovia sarà il Santa Maria Capua Vetere a fare visita ai gialloblu. Armonico: “Innegabile l’adrenalina e l’ansia per la prima apparizione in C1. Daremo il massimo”. Al Santo Spirito di scena lo Spartacus Caserta. Mernone: “Sono la rivelazione dello scorso torneo, per noi sarà il primo esame”. Parte bene l’avventura del coach con il confortante successo di Avellino in amichevole con i Draghi Telese

Rugby, via ai tornei. C1, fibrillazione per l’esordio in casa Ariano. C2, Avellino parte con qualche certezza in più

Il rugby italiano entra nel clima campionato. Nel prossimo weekend cominceranno infatti i tornei di tutte le categorie e tutte le aree geografiche dello stivale, e sarà dunque tempo di esami anche per le compagini avellinesi. Due, come in molti già sapranno, le formazioni provinciali ai nastri di partenza. In C1 si assisterà al debutto dell’Ariano Rugby, che disputerà il terzo campionato consecutivo in gemellaggio con il IV Circolo. Cinque le compagini regionali che faranno compagnia ai gialloblu ai nastri di partenza. Si tratta di Santa Maria Capua Vetere, Vesuvio, San Giorgio del Sannio, Napoli/Afragola cadetta e Torre del Greco. La C2 2018/2019 segnerà invece il ritorno sul rettangolo di gioco dell’Avellino Rugby come club autonomo, dopo quattro anni di esperienza con il Salerno nei Due Principati. La categoria metterà a confronto complessivamente otto squadre. Insieme ai biancoverdi ci saranno infatti la Zona Orientale Salerno, la Partenope cadetta, il Battipaglia, l’Agro Rugby, i Draghi Telese, lo Spartacus e gli Hammers Campobasso.

Partendo come da tradizione dal torneo superiore, c’è grande emozione sul Tricolle in vista dell’esordio assoluto in C1. Se il IV Circolo di coach De Vanna ha già fatto esperienza nella categoria in passato, sfiorando anche la promozione in B, per la truppa del presidente Pagliarulo si tratterà invece di una prima assoluta. L’avventura comincerà in casa, ma l’avversario sarà subito una delle squadre più navigate del girone: il Santa Maria Capua Vetere. Il sodalizio casertano, e il Torre del Greco, sono infatti gli unici club che possono vantare la partecipazione alla categoria fin dalla sua nascita, quattro anni fa. Inoltre ad alzare il livello di competitività dei gialloblu c’è anche il recente passato, con il secondo posto dell’anno scorso, che consentì di accedere alla pool promozione. Poco rilevante, almeno ai fini del rugby giocato, è invece la penalizzazione di -4, che investirà i casertani in classifica per il parziale adempimento dell’obbligatorietà nello scorso campionato. Insomma, una sfida che si preannuncia molto impegnativa, e che potrà fornire i primi responsi sulla competitività dei sannito/ufitani nella nuova categoria.

“In vista del debutto l’adrenalina cresce giorno dopo giorno, e con essa anche l’ansia – ammette Annachiara Armonico, portavoce dell’Ariano Rugby – Sappiamo che ci aspetta un campionato molto duro e per questo è fondamentale avere molte cautele. Ci stiamo preparando al meglio, sperando di riuscire a fare bene e, magari – conclude - partire subito con il piede giusto”. La settimana di preparazione dei gialloblu è iniziata regolarmente, ma il test match di domenica scorsa contro Le Tigri Bari è stato annullato alla viglia del weekend. Come si prospettava, infatti, i due club non sono riusciti ad accordarsi per problemi organizzativi dei pugliesi, e dunque la truppa di De Vanna ha osservato il riposo prima delle fatiche di campionato. IV Circolo – Santa Maria Capua Vetere si giocherà al Ferrovia di Benevento alle 15.30, salvo eventuali rettifiche del venerdì, mentre per le designazioni arbitrali bisognerà attendere le prossime ore. Le altre gare della prima giornata saranno invece Torre del Greco - Vesuvio e San Giorgio del Sannio – Napoli/Afragola cadetta.

Anche in casa Avellino, spostandoci in C2, è tangibile la trepidazione per l’apertura delle danze. I biancoverdi del presidente Roca conoscono in parte il torneo, per averlo affrontato, e vinto, ai tempi dei Due Principati. Ma per il sodalizio nel suo complesso si tratterà di un debutto, visto che la categoria nacque proprio nell’anno della fusione rossoverde. Se l’esperienza quasi ventennale del club dovrebbe però ridimensionare, e non poco, lo scotto del noviziato, maggiore attenzione meritano altri due fattori: l’allestimento in tutta fretta dell’organico, poco meno di un mese, ed il conseguente ritardo di preparazione accumulato. In questo senso i primi responsi del rugby giocato sembrano sorridere pienamente ai lupi, ed anche al suo coach, Antonio Mernone, chiamato alla prima avventura su una panchina seniores. Nel primo e unico test di precampionato, disputato domenica scorsa al Santo Spirito contro i Draghi Telese, capitan Balsamo e compagni (nella foto con coach Mernone) si sono infatti imposti nettamente, cinque mete a zero. In una partitella informale, giocata senza trasformazioni e su tre tempi da venti minuti, a partire meglio sono stati gli ospiti, guidati dai coach Serino e Artizzu. Già nella prima frazione però gli irpini – un mix di veterani e nuove leve, rafforzato dai plotoncini del Teora e degli ex Wolves – sono riusciti a imporre una leggera ma costante supremazia territoriale, che ha fruttato le prime mete. Stesso canovaccio nella seconda frazione, mentre la terza ha registrato ritmi più blandi.

Al di là del risultato – contro una rivale dell’imminente campionato - e dei segnali positivi - soprattutto in termini di competitività – resta con i piedi per terra dopo la prima uscita il manocalzatese Mernone. “Il buongiorno lascia ben sperare – dice – e sembra garantirci di poter essere competitivi, tenuto conto anche delle tante assenze. Ma c’è molto ancora da lavorare – sottolinea – sia per recuperare la preparazione, che per provare ad incrementare ulteriormente l’organico. Ci aspetta un torneo lungo, per fortuna infarcito da molte pause, e il primo obiettivo resta quello di portarlo a termine. Poi penseremo al resto. Come si dice, l’appetito vien mangiando”. In questo senso anche per i biancoverdi il primo banco di prova non sarà dei più facili, sempre contro una casertana, e per giunta con quattro punti di penalità da scontare esattamente come il Rugby Clan. A far visita al Santo Spirito ci sarà lo Spartacus, reduce dalla rimonta del passato torneo, culminata nel secondo posto sfiorato di un soffio. “Sono la squadra rivelazione dell’anno scorso – afferma Mernone – e li aspettiamo quadrati, esperti e rodati. Sarà un esame – confessa - il primo dei tanti che ci attendono, con l’augurio di affrontarli da gruppo sempre più compatto e unito”. Le tre consuete sedute di allenamento settimanali dei lupi si chiuderanno con la rifinitura del sabato pomeriggio al Santo Spirito, dove il giorno dopo è in programma Avellino – Spartacus. Anche in questo caso l’orario programmato è quello delle 15.30, e l’arbitro ancora da designare. La C2 completerà il quadro di gare con Partenope cadetta – Draghi Telese, Hammers Campobasso – Zona Orientale Salerno e il derby salernitano Angro Rugby – Battipaglia.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.