Background ADV
  • Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 03:39

Pioggia di medaglie per l’Irpinia nella patria del kung fu tradizionale

I giovani atleti avellinesi guidati dal maestro Iannaccone protagonisti al 3° mondiale di Foshan in Cina

Pioggia di medaglie per l’Irpinia nella patria del kung fu tradizionale

Hanno rappresentato l'Italia alla terza edizione del Campionato del Mondo di Kung Fu tradizionale, tenutosi dal 17 al 19 novembre nella storica cittadina di Foshan nella regione di Guandong in Cina, patria di questa millenaria disciplina. Sono saliti sul tetto del mondo mettendo in mostra tutta la loro tecnica marziale e conquistando una pioggia di medaglie. Sono gli allievi del Maestro Sifu Massimo Iannaccone Lam, direttore tecnico nazionale della Lam Chun Fai Hung Gar Kung Fu Association Italy di Avellino.

I giovani atleti avellinesi si sono distinti nelle specialità a mani nude e con armi, mostrando un'eccellente tecnica marziale, frutto del duro lavoro e dei tanti sacrifici fatti nel corso dell'anno presso il centro fitness UP Level.

Sugli scudi Francesca Eliana Marino, che ha ottenuto un oro e un argento figurando come la 3a miglior atleta donna del torneo e Andrea Agatiello che ha conquistato una medaglia d'oro, una di bronzo e una coppa come miglior 4° atleta del torneo.

Allori anche per Nello De Padova e Maria Grazia Loporto che hanno vinto l'oro, Adolfo Pilunni medaglia d'oro primo classificato da gara a mani nude e medaglia d'argento da podio e Chiara Casalino medaglia di bronzo. Complimenti anche agli altri allievi Bruno Ardolino, Francesco Casalino e Annalisa Milanese che, pur non entrando nel medagliere, si sono ben distinti nelle loro categorie.

«Il torneo "Hung Kuen Competition 2018" di Foshan in Cina è un evento unico che alla sua terza edizione coinvolge oltre 1000 atleti provenienti da tutto il Mondo. Misurarsi e vincere nella patria del Kung Fu è un traguardo che tutti i praticanti di arti marziali vorrebbero raggiungere – spiega il maestro Massimo Iannaccone – I ragazzi hanno onorato la Città di Avellino e rappresentato l'Italia intera al meglio riuscendo a salire più volte sul gradino più alto del podio in uno degli eventi più importanti nella cultura sportiva e filosofica cinese».

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.