Background ADV
  • Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 03:11

Rugby – C1, testa-coda per il IV Circolo in casa del Torre. C2, Avellino ospita il lanciato Campobasso

Turno ad alto coefficiente di difficoltà per le irpine della palla ovale. In C1 i sannito/ufitani di De Vanna faranno visita alla capolista Torre. Armonico: “Sono i più forti, possiamo impegnarci per limitare i danni”. In C2 gara casalinga per Avellino contro la rivelazione Hammers Campobasso. Coach Mernone: “La priorità resta l’organico, ma possiamo dire la nostra”. Le altre: San Giorgio ad un passo dai play off in C1, big match tra Partenope e Zona Orientale in C2

Rugby – C1, testa-coda per il IV Circolo in casa del Torre. C2, Avellino ospita il lanciato Campobasso

Ingoiato il boccone amaro della doppia sconfitta di IV Circolo e Avellino nella passata domenica, quello che si preannuncia sarà un altro weekend di passione per i colori provinciali della palla ovale. I gruppi dei coach De Vanna e Mernone saranno infatti chiamati a delle autentiche missioni impossibili. In C1 i sannito/ufitani faranno visita al Torre del Greco, capolista indiscussa della categoria e dal ruolino di marcia sensazionale, almeno fino a questo momento. In C2 Avellino ritroverà le mura amiche, ma gli Hammers Campobasso - a due sole lunghezze dalla vetta, nonostante due gare da recuperare – non verranno di certo al Santo Spirito in gita. La giornata verrà completata da Vesuvio – Napoli/Afragola cadetta e San Giorgio del Sannio – Santa Maria Capua Vetere, per quanto riguarda la C1, mentre saranno solo Agro - Spartacus e Partenope cadetta – Zona Orientale Salerno a chiudere il quadro in C2. L’ultimo incontro in programma, Draghi Telese – Battipaglia, è stato infatti rinviato al 13 gennaio per indisponibilità dell’impianto dei beneventani.

È cominciata questa sera la preparazione all’esame Torre del IV Circolo. Il gruppo, che lavorerà anche domani e venerdì, non presenta problemi sotto il profilo dell’organico, ma porta ancora i segni della rocambolesca sconfitta interna nel derby con il San Giorgio. A bruciare è soprattutto la ferita della partenza shock, con gli ospiti in vantaggio di 21 punti dopo nemmeno un quarto d’ora. Il tempo per riflettere sugli errori però è poco, perché la visita ai corallini, come si anticipava, sarà una prova ancora più dura da affrontare. Con sette vittorie su sette incontri e quota 33 in classifica, gli uomini di coach Stornaiuolo hanno infatti lasciato per strada solo due mancati bonus offensivi, uno di questi in casa dei gialloblu. All’andata infatti i vesuviani espugnarono il Ferrovia 0-17, con sole tre mete, e se da un lato mostrarono di soffrire la truppa di coach De Vanna, dall’altro gli imposero, unica volta finora nella stagione, di chiudere il match all’asciutto di punti. “La sfida che ci attende è proibitiva, giocheremo contro i più forti della categoria e nella loro tana”. È realista Annachiara Armonico, portavoce dell’Ariano Rugby, nel presentare il prossimo impegno. “Ricordo bene la gara dell’andata – aggiunge – nella quale soffrimmo molto la loro iniziativa. In più non veniamo da uno dei nostri momenti migliori. La prova nel derby non è stata esaltante – ammette – così come il pesante passivo incassato. Naturalmente c’è tutta la voglia di reagire e di preparare al meglio la trasferta, per fare bella figura, per provare a contenere i danni, e anche per gratificare il lavoro serio che sosteniamo negli allenamenti durante la settimana”. Salvo rettifiche del venerdì Torre del Greco – IV Circolo Benevento/Ariano si giocherà domenica alle 14.30, presso il Comunale di Boscotrecase. Arbitrerà Fabio Liccardi.

Sarà invece Emiliano Calabritto, spostandoci in C2, il direttore di gara di Avellino – Hammers Campobasso, in scena domenica al Santo Spirito, con fischio d’inizio alle 14.30. Anche gli avellinesi di coach Mernone hanno ripreso a sudare questa sera, mentre la seduta di rifinitura è in programma venerdì. Quartier generale della preparazione sarà sempre Manocalzati, anche per preservare il manto erboso del Santo Spirito in vista del match casalingo. L’allarme impraticabilità dell’impianto sembra infatti rientrato negli ultimi giorni, e, salvo capricci del meteo, appare assicurato il regolare svolgimento della partita. Con l’attenzione che si sposta sul rugby giocato, dopo la rotonda battuta d’arresto con l’Agro, anche in questa settimana il vero dilemma di coach Mernone saranno i numeri, quelli degli arruolabili. In attesa della sentenza del Giudice Sportivo su De Luca, prevista per domattina, il trainer irpino si prepara infatti a dover rinunciare ad un altro importante tassello dello scacchiere. “L’auspicio è di recuperare qualche infortunato – dichiara l’allenatore dei neroverdi – e di arrivare alla gara nelle migliori condizioni possibili. Il Campobasso sta andando bene, ma è fermo da alcune settimane, con tutti i pro o i contro che questo può significare. Confido in una buona prova – conclude Mernone – magari condita da una bella cornice di pubblico, capace di infondere entusiasmo anche al XV in campo”. Effettivamente è molto più che positivo, in questo primo scorcio di campionato, il ruolino di marcia dei molisani di coach Pasquale Sommella. Su tre match disputati sono arrivati altrettanti successi, che, nonostante due rinvii, hanno già proiettato l’unico sodalizio ancora imbattuto della categoria ad un passo dalla vetta. Meno sfarzose le statistiche dei padroni di casa - una vittoria e quattro sconfitte, con rendimento offensivo e difensivo da rivedere – e che li condannano invece al penultimo posto in classifica. Sfida da Davide contro Golia, insomma, ma con il vantaggio, per i rinati colori avellinesi dell’ovale, di poter prendere per costruttivo tutto quello che il Santo Spirito offrirà.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.