Background ADV
  • Domenica 24 Febbraio 2019 - Aggiornato alle 06:15

Rugby – Play-out C1, il IV Circolo batte il Santa Maria Capua Vetere e allunga la striscia positiva

Secondo sigillo consecutivo nel barrage retrocessione della C1 per i sannito/ufitani di coach De Vanna. Sul neutro di Telese Terme i gialloblu regolano il Rugby Clan 20-7, con un primo tempo perfetto e una difesa ordinata. Giangregorio: “Stiamo lavorando bene, quando ci impegniamo i risultati si vedono. La salvezza è più vicina, anche se il cammino è ancora lungo”. VI Nazioni, ancora passi in avanti per gli azzurri ma all’Olimpico vince il Galles. C2, domenica si torna in campo con Avellino - Draghi

Rugby – Play-out C1, il IV Circolo batte il Santa Maria Capua Vetere e allunga la striscia positiva

Il 2019 continua a elargire gioie e soddisfazioni al IV Circolo Benevento/Ariano. Nella seconda giornata d’andata della poule passaggio di C1 i gialloblu di coach De Vanna trovano infatti la seconda vittoria consecutiva, che fa salire a tre la striscia di successi di fila se si aggiunge l’ultima partita di regular season, in cui i sannito/ufitani s’imposero sul Napoli/Afragola, prossimo avversario anche nei play-out. Al di là di numeri e statistiche, l’affermazione di oggi contro il Santa Maria Capua Vetere appare decisamente preziosa in chiave salvezza, perché permette di sfruttare appieno il fattore campo, infrange il tabù contro i casertani, e consente, soprattutto, di allungare in classifica. Certo, con quattro gare ancora da giocare, di cui tre in trasferta, è ancora presto per i calcoli, ma è indubbio che alla vigilia del barrage chiunque in casa IV Circolo avrebbe messo la firma per un avvio di competizione così scoppiettante. A questo proposito, è stata proprio la verve mostrata fin dalle prime battute a favorire i padroni di casa sul neutro di Telese Terme. I gialloblu si sono infatti resi artefici di un primo tempo da incorniciare, che ha fruttato un più che rassicurante 20-0 all’intervallo. Più combattuta la ripresa, con il ritorno degli ospiti, che si è immediatamente concretizzato in meta. Solo un fuoco di paglia, per fortuna, ben neutralizzato dai gialloblu per il resto della frazione, come suggerisce il finale di 20-7.

Fischio d’inizio confermato alle 14.00 e puntuale, da parte del signor Daniele Cerino, sul neutro di Telese Terme. Come si accennava, a differenza delle ultime uscite, IV Circolo – Santa Maria comincia meglio per i padroni di casa. Con De Blasio nelle vesti di capitano per l’assenza di Vetrone la gara ha il primo sussulto al decimo, quando i sannito/ufitani riescono a sorprendere la retroguardia sammaritana con Giangregorio, alla seconda marcatura consecutiva. Dalla piazzola va Rosa, che non fallisce. Due minuti dopo l‘ala beneventana si ripete, siglando la doppietta personale. Stavolta Rosa non è preciso in trasformazione, ma sul 12-0 le cose iniziano a mettersi bene per i locali. La partita è ancora lunga, in ogni caso, anche perché, accusato l’uno-due, il XV del presidente Casino comincia a tenere meglio il campo. L’intelligenza tattica nel preferire il gioco al largo premia però ancora una volta il IV Circolo al 29esimo, con Terlizzi, che schiaccia la terza meta di giornata e la sesta stagionale, per il titolo provvisorio di capocannoniere di club. Dalla piazzola tocca ancora a Rosa, ma anche nella circostanza la mira del mediano non è delle migliori. Il calciatore dei gialloblu si prende però la rivincita personale dieci minuti dopo, quando capitalizza con precisione un calcio di punizione fischiato dall’arbitro Cerino, e fissa così il 20-0 con cui si va al riposo.

Alla luce di un primo tempo impeccabile da parte dei suoi, De Vanna decide di affidarsi allo stesso XV anche per la ripresa. Ma come si accennava, la frazione mostra subito un piglio diverso da parte dei blasonati ospiti, unica formazione, insieme al Torre, a non aver mai perso la categoria. Il Rugby Clan accorcia le distanze su meta al 44esimo, e con la trasformazione vincente si porta sul 20-7. Un minuto dopo per i sannito/ufitani la situazione si complica ulteriormente, perché il giallo rimediato da Ciampi li costringe alla temporanea inferiorità numerica. La fiammata d’inizio ripresa dei casertani non trova però seguito, vuoi per l’attento lavoro difensivo dei padroni di casa, vuoi per l’afflusso di forze fresche dalla panchina. Il primo cambio arriva al 55esimo, e vede protagonista lo stesso Ciampi, da poco rientrato, che lascia spazio a Pontillo. Con il match che si trascina senza particolari emozioni, la girandola di sostituzioni per i locali prosegue al 70esimo, quando Di Grazia e Pacillo rilevano rispettivamente Laudanna e Mercugliano. Un minuto dopo si materializza il giallo anche per gli ospiti, che ridotti in quattordici fino al termine ridimensionano ulteriormente le velleità di rimonta. Non è un caso che l’ultima nota di cronaca la regali ancora una sostituzione, al 78esimo, quando il presidente dell’Ariano Rugby, Francesco Pagliarulo, può festeggiare in campo il successo, facendo rifiatare Schiavo.

“Portiamo a casa una vittoria importante, che ci conferma che stiamo lavorando bene. Certo, gli aspetti da rivedere e migliorare non mancano, ma anche oggi abbiamo dimostrato che quando ci impegniamo i risultati si vedono”. A commentare così la prestazione dei gialloblu è l’eroe di giornata, Gerardo Giangregorio, determinante con la sua doppietta. “Credo che il fattore decisivo si stata la lettura tattica – aggiunge – Con avversari così temibili in mischia siamo stati bravi a far passare il nostro gioco offensivo per gli spazi, sciorinando una prestazione collettiva sicuramente positiva”. Grazie al successo di Telese Terme sale a nove il bottino complessivo dei beneventano/arianesi al barrage, incrementando a tre le lunghezze di vantaggio sulle avversarie. A fare meglio tra le inseguitrici c’è proprio la prossima avversaria, il Napoli-Afragola squadra cadetta, corsara con il Vesuvio per 0-51. I partenopei, che ospiteranno tra due domeniche i gialloblu, incamerano cinque punti e salgono a quota sei, scavalcando il Santa Maria, fermo a quattro, mentre il Vesuvio chiude il raggruppamento a zero. Considerando che al termine dei play-out avranno la certezza della salvezza solo le prime due, sembrerebbe ben avviato il percorso del IV Circolo. “Forse siamo al 50% dell’opera, forse no – ammette Giangregorio – Restano da giocare quattro gare importantissime, e sarebbe l’ideale ritrovarci tra sette giorni con una probabilità di salvezza ancora più alta”.

IV Circolo Benevento/Ariano: Ciampi (55° Pontillo), Giangregorio, De Blasio, Terlizzi, Timossi M. Timossi R., Rosa, Orlando, Raihane, Mercugliano (70° Pacillo), Marino, Laudanna (70° Di Grazia), Schiavo (75° Pagliarulo), Iannone, Melito

Se nel prossimo fine settimana la poule passaggio di C1 tornerà in pausa, ad allietare la domenica ovale dei campani ci saranno gli spareggi promozione per la B - Torre e San Giorgio proveranno a bissare l’ottimo esordio - e la decima giornata di C2, terza di ritorno, che vedrà l’Avellino Rugby di scena al Santo Spirito con i Draghi Telese. Sempre per la categoria degli irpini, oggi era in programma anche il recupero di Campobasso tra i locali Hammers e la Partenope squadra cadetta. Ad avere la meglio i molisani, che grazie al 28-19 maturato sul campo guadagnando cinque punti e il primato, in coabitazione con il Battipaglia. Tempo di vacanza, infine, per i protagonisti del VI Nazioni 2019. Nella seconda giornata della prestigiosa kermesse, chiusa oggi dal rotondo successo dell’Inghilterra con la Francia, è arrivata un’altra sconfitta per gli azzurri di Conor O’Shea, impegnati invece sabato con il Galles. 15-26 il finale dell’Olimpico, 7-12 il parziale all’intervallo, per un match cha ha visto i padroni di casa soffrire in apertura, ma reagire molto bene, dando quasi fino allo scadere la sensazione, o almeno il miraggio, di poter completare la rimonta. Forse è poco, ma è necessariamente da queste basi che l’Italia deve ripartire per provare a rialzarsi. Il prossimo esame sarà ancora tra le mura amiche, domenica 24 febbraio, quando a far visita agli azzurri ci sarà l’Irlanda, squadra detentrice del titolo.

Foto di Vincenzo Camera

Ultima modifica ilLunedĂŹ, 11 Febbraio 2019 20:16

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.