Background ADV
  • Martedì 25 Aprile 2017 - Aggiornato alle 14:34

“Trentello” all’andata, ma una rondine non fa primavera

Quella di Capo d’Orlando resta una trasferta insidiosa ed importante, che mette in palio punti pesanti in chiave play off nonostante l’addio di Fitipaldo e l’infortunio ad Archie. Reggio Emilia va a Milano, Venezia ospita Varese

  • di Raffaello Califano
  • 0 commenti
“Trentello” all’andata, ma una rondine non fa primavera

Quello dell'andata (27 dicembre scorso) è stato l'unico appuntamento in cui la Scandone ha realmente dominato. Una gara mai in discussione, pesantemente condizionata dall'improvviso 'arrivederci e grazie' del folletto sudamericano Fitipaldo (la scoperta uruguaiana della Betaland). 44 punti della premiata ditta Ragland / Thomas ed un 'illegale' 56% da oltre l'arco. Più 29 e niente storie.

Durante la stagione – però – nonostante un budget e un roster importanti, Avellino ha dimostrato di non avere la consistenza e la struttura per 'ammazzare' una partita (al di là del valore dell'avversaria). Persa la sua stella – comunque – Capo d'Orlando ha confermato le buone anzi, ottime sensazioni di inizio anno. Eccellente il cammino in campionato, prestigiosa ed onorevole la partecipazione alle final eight di Coppa Italia.

L'arrivo del metronomo montenegrino Ivanovic, l'esplosione dell'ala irpina Iannuzzi e la soliditĂ  del centrone croato Delas sono solo alcuni degli esempi che consacrano il giovane coach casertano Di Carlo (44enne di Santa Maria Capua Vetere) a buon livello. Le vicissitudini societarie della famiglia Sindoni non hanno influito piĂą di tanto sul percorso della compagine biancoazzurra diventato ad oggi un po' piĂą tortuoso.

Difficile peraltro tamponare la falla aperta dall'infortunio al menisco dell'airone americano Archie (che salterà il matinèe di domenica), al netto del lungo stop del colosso Fesenko. Per la Sidigas è una trasferta delicata, insidiosa ma che potrebbe vedere l'esordio del nuovo arrivo Jones. L'amica - rivale Venezia ospita la tranquilla Varese e potrebbe definitivamente blindare il secondo posto. Vincere invece significherebbe almeno tenere il passo dell'Umana e delle dirette concorrenti, per non perdere pure la terza poltrona.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.