Background ADV
  • Mercoledì 22 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:06

Fitipaldo e Filloy parlano già la stessa lingua

Seppure a distanza, la coppia sudamericana in cabina di regia fa già sognare i tifosi biancoverdi. In attesa di completare il pacchetto lunghi, la nuova Scandone si gode l’atletismo e la versatilità del suo settore esterni

  • di Raffaello Califano
  • 0 commenti
Fitipaldo e Filloy parlano già la stessa lingua

L'immediato impatto del neo arrivato Fitipaldo e le eccellenti prestazioni in Nazionale di Filloy solleticano gli appetiti dei tifosi biancoverdi che, in attesa dell'apertura ufficiale della campagna abbonamenti, sognano già ad occhi aperti. Incauto il paragone con Ragland e Green ma, nel cambiare, giustamente, la Scandone cade sicuramente in piedi.

La coppia sudamericana in cabina di regia (comunitario il primo, italiano il secondo) ha garra e leadership o, perché no, punti nelle mani (sempre utili all'occorrenza). Il vice Oldoini da un lato e coach Sacripanti dall'altro sono a strettissimo contatto e si scambiano feedback positivi su Bruno, Ariel e compagnia cantante.

Se gli attributi e la sagacia dell'uruguagio e dell'argentino sembrano la certezza, la Sidigas sta metabolizzando strada facendo il contributo ed il valore dei nuovi protagonisti. La crescente solidità di Rich e il talento inespresso di Wells, in aggiunta all'educazione cestistica di D'Ercole e Scrubb, rendono il settore esterni della compagine irpina particolarmente completo, intrigante e pericoloso. E menzione speciale, in questa fase della preparazione, per l'avellinese doc Parlato.

Qualche incertezza in più, paradossalmente, per il pacchetto lunghi. Difatti nonostante le tre conferme di Leunen, Zerini e Fesenko (il cui attaccamento alla maglia e la cui conoscenza del gioco sono fuori discussione) bisogna verificare sul campo e in versione agonistica i tempi di recupero e la reale addizione di Big Kyrylo, del suo sostituto N'Diaye e dell'investimento Lawal. 'Atletismo' la parola d'ordine per una squadra che senza le stelle riconosciute delle ultime annate, almeno sulla carta va 'allenata' (e di sistema) molto più del solito.

Ultima modifica ilGiovedì, 07 Settembre 2017 00:22

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.