Background ADV
  • Mercoledì 22 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:06

In attesa dei suoi totem, la Sidigas si affida ai piccoli

Tempi di recupero ristretti per Fesenko, ma molto più lunghi per Lawal. La Scandone aspetta la montagna ucraina e la gazzella nigeriana. Nel frattempo, fari puntati sugli esterni

  • di Raffaello Califano
  • 0 commenti
In attesa dei suoi totem, la Sidigas si affida ai piccoli

Indipendentemente dalla sua volontà, la Scandone avrà a disposizione Lawal solo all'inizio del 2018. E sarà un'addizione fantastica, forse decisiva. Ma bisogna concentrarsi 'solo' sull'attuale roster e sul pacchetto lunghi in particolare che ad oggi non esalta, anche se ha tutte le carte in regola per far bene. Ed è proprio per tamponare eventuali falle che l'area tecnica della formazione biancoverde ha stipulato 'una polizza assicurativa' così importante.

Dunque, la campagna acquisti della Sidigas è 'virtualmente' terminata e sempre sperando che (come nelle previsioni) il settore esterni della compagine irpina offra un rendimento sopra le righe la Sidigas può contare sulle 3 conferme di Leunen, Zerini e Fesenko (fortemente caldeggiate da coach Sacripanti) e sul neo arrivato N'Diaye (il cui ingaggio – in contumacia Lawal - appare ora assai più 'comprensibile').

Presto la palla passerà allo spogliatoio e, soprattutto, al campo, laddove il lavoro in palestra e la cosiddetta 'chimica' conteranno più di qualsiasi altra cosa. Molto dipenderà comunque dal recupero e dalle prestazioni della montagna balcanica o del suo alter ego nigeriano. "Giocatore dominante e con caratteristiche uniche" ha spiegato capitan Maarten "starà a noi ed allo staff metterlo nelle condizioni di rendere al meglio". Parole sacrosante. E sembra che la Sidigas spedisca direttamente in Ucraina il preparatore fisico Barnabà per accelerare le operazioni e capirne di più. Il gigante dell'Est sarebbe pronto o quasi per l'inizio del campionato. Di sicuro, per la Champions League dove a differenza dello scorso anno i lupi hanno beccato davvero un girone di ferro.

Nulla di nuovo invece sull'atteso avvio della campagna abbonamenti. Nessuna fretta particolare sia chiaro ma i tempi sarebbero maturi e i tifosi (almeno lo zoccolo duro) già scalpitano.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.