Background ADV
  • Lunedì 11 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 16:11

La Champions League per dimenticare il campionato

La Sidigas parte alla volta di Istanbul, dove domani affronterà il temibile Besiktas nel suo nuovo esordio continentale. Gara complessa, ancor più dopo la batosta rimediata in quel di Brescia

  • di Raffaello Califano
  • 0 commenti
La Champions League per dimenticare il campionato

Si ricomincia col doppio impegno: che deve diventare una opportunità di crescita e non costituire un alibi in caso di altre – malaugurate – sconfitte. D'altronde, prima della batosta di Brescia la Scandone aveva lavorato con assoluta calma e 'virtualmente' al completo. La trasferta di domani ad Istanbul (sponda Besiktas) mette i brividi, ancor più in questo momento (palla a due alle 18:30 italiane e probabile diretta su Eurosport player).

Una eventuale battuta d'arresto non andrebbe sicuramente drammatizzata. Perdere – insomma – ci starebbe pure. Il problema – tocchiamo ferro - sarà 'il come'... soprattutto dopo la Caporetto di domenica in terra lombarda. Coach Sacripanti e la sua squadra hanno bisogno di tempo. E lo avranno, anche se ad oggi le sensazioni non sono affatto buone. Non a caso, chi ha seguito la compagine irpina al Palageorge si dice piuttosto preoccupato. Ed ha notato svariate problematiche, difficili da risolvere. Lo staff medico e tecnico proverà ad allargare il minutaggio del totem Fesenko.

Con lui sul parquet – nonostante acciacchi e condizionamenti – si suona tutta un'altra musica. Il suo recupero (graduale) migliorerà la situazione complessiva del gruppo. Amalgama e sistema sono lontani. Le dirette rivali – e ci riferiamo al campionato – paiono di un altro pianeta. E da questo punto di vista, quello di sabato con Torino (invitato all'Eurocup) sarà un test interessante e probante. Alla seconda giornata e alla vigilia del nuovo battesimo europeo – comunque – bisogna aspettare e pensare positivo, al netto delle percezioni e dei risultati immediati.

 

Ultima modifica ilMartedì, 10 Ottobre 2017 12:27

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.