Background ADV
  • Lunedì 20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 05:08

Sacripanti: "Sono molto contento. Rich ha dato un segnale importante per le gerarchie di squadra"

"Rich ha avuto il carattere per segnare dopo un 1 su 13. Io quello per metterlo in campo"

Sacripanti: "Sono molto contento. Rich ha dato un segnale importante per le gerarchie di squadra"

“Molto bene. Sono molto contento. Abbiamo vinto contro una bella squadra ben allenata. Oggi Rich ha fatto 1 su 13. Poi ci ha fatto vincere. È un segnale fortissimo per noi. Anche per la gerarchia. Lui ha avuto il carattere di segnare e io quello per metterlo in campo. È un segnale importante. Poi ci manca un giocatore, ma d’Ercole ha fatto una grande gara in un ruolo che è suo solo in parte. E ha anche segnato canestri importanti. Inoltre in una giornata in cui il nostro miglior marcatore è mancato abbiamo tenuto Varese a 61 punti. Abbiamo collaborato, difeso e ci siamo aiutati. Scrubb è stato utilissimo. Mi dispiace per Zerini che ha preso una brutta botta al naso. Speriamo sia meno invasivo come infortunio di quello alla gamba. Abbiamo bisogno di lui. Il pubblico ci ha aiutato nel momento difficile, capendo la situazione. Questa squadra inizia ad essere una squadra da amare. Con la sua dedizione. Varese è una squadra forte che ha asfaltato Trento. Ma noi avevamo voglia di fare questi due punti, che sono importanti per il nostro primo obbiettivo: le final eight.”

Sulla riscossa dei gregari: “Piano piano stiamo crescendo. Tutti. Tranne quel segnale fortissimo di Rich. Con quel canestro dopo una gara oggettivamente scialba. Gli altri però non sono gregari. Sono tutti giocatori dello stesso livello. Apprezzo Ndiaye perché sta facendo dei grossi progressi. Questo è merito della sua voglia e dei miei assistenti che ci lavorano sempre. Se lui ci garantisce 15 minuti chiudendo sempre il ferro siamo contenti. Ortner ha giocato bene, Ma Ndiaye è stato decisivo. Far fare solo 61 punti a Varese è una gran cosa.”

Sulla possibilità che questa vittoria con Varese sia una scossa: “Non la reputo tale. Questa squadra deve crescere gradualmente. Passo dopo passo. Le partite di svolta sono quando stai giocando male e all’improvviso tutto viene bene. Noi stiamo facendo poco alla volta.”

Sulla possibilità di pagare le rotazioni corte: “Credo che tra poco la pausa possa aiutare. Spero che Fesenko possa essere con noi. Che Fitipaldo risponda bene all’operazione. Poi vediamo se inserire qualcuno o no. Di certo tra poco partiamo per Salonicco e andiamo a giocare una partita difficile. Poi ci sarà Milano. Dopo la pausa valuteremo lo stato di salute della squadra.”

Sulla prestazione di D’ercole e Rich in sostituzione di Fitipaldo: “Credo che d’Ercole sia stato bravo ad essere diligente. Rich ha gestito bene i compagni, anche se non è stato efficace per se stesso. D’Ercole è stato difensivamente importante, Rich invece ha segnato il canestro della vittoria.”

Ultima modifica ilDomenica, 12 Novembre 2017 19:32

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.