Background ADV
  • Martedì 13 Novembre 2018 - Aggiornato alle 05:26

Sacripanti: "Contento per la prestazione. Se tutti danno un contributo per me è facile"

"Vorrei 10 Scrubb. Ora concentrati sulla Coppa"

Sacripanti: "Contento per la prestazione. Se tutti danno un contributo per me è facile"
Sacripanti: “abbiamo fatto una bella prova sotto tutti gli aspetti. Offensivamente abbiamo controllato bene il ritmo e abbiamo perso pochi palloni. Abbiamo espresso una buona mentalità e una buona pallacanestro. Non posso che essere soddisfatto della prestazione di tutti. Quando abbiamo una rotazione così ampia e tutti rispondono presenti è più facile. Siamo stati attenti a togliere transizioni non prendendo tiri fuori equilibrio. Gli abbiamo tolto gli skip pass che sono una loro peculiarità. Direi che è stata la partita che volevamo, Addirittura meglio di quello che ci auspicavamo. Io credo che Pistoia abbia sempre giocato le sue partite e si sia sempre battuta. Era una partita da prendere con attenzione. Sono contento di aver dato qualche minuto a Parlato che è stato bene in campo, rinunciando anche al primo tiro disponibile. Ha avuto qualche minuto anche Sabatino e ho potuto premiare tutti”
Sull’atteggiamento molle di Pistoia: “Non mi permetto di giudicare gli altri. Io parlo dell’atteggiamento dei miei. Ad esempio il sogno di ogni allenatore, secondo me, è avere 10 Scrubb. Lo puoi mettere dopo 12 minuti, può non toccare palla per minuti, Ma da sempre tanto, ha sempre grande impatto. Giocare in 10 è importante ed i giocatori come Scrubb sono una fortuna. Se tutti entrano e contribuiscono per me è facilissimo. Avere una solidità è molto importante. L’atteggiamento dei miei è stato costruttivo.”
Sulla prestazione di Wells, Con il quale si era arrabbiato dopo antisportivo in partita: “Ha tanto talento. Come tutti i giocatori al primo anno in Europa ogni tanto fa un antisportivo di frustrazione che aveva poco senso. Ogni tanto con l’area piena si butta dentro perché seno gli viene mal di pancia. Ma deve capire cosa può darci. È abituato ad andare su e giù e correre per tirare giù il canestro. Deve essere più presente quando le difese sono più attente e schierate. Se capisce questo può essere un giocatore di alto valore in Europa”
Sul recupero di Lawal e sulla condizione di Filloy: “su Lawal non lo so. Cancello questo pensiero dalla mia testa perché finché non può allenarsi con noi non posso pensare a soluzioni per lui. Su Filloy posso dire che ha fatto bene in campionato ma ogni tanto alterna prestazioni meno vive. È un nostro riferimento ed è affidabile.”
Sulla nuova coppa europea che attende la sua squadra: “c’è delusione per aver perso a Bonn ma ora affronteremo questa coppa con impegno. Dopo la pausa, che non è così lunga come sembra, inizieremo a pensarci. Per ora siamo concentrati sulle Final Eight”
 
Ultima modifica ilLunedì, 12 Febbraio 2018 00:48

Video

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.