Background ADV
  • Lunedì 20 Agosto 2018 - Aggiornato alle 19:20

La Scandone asfalta Pistoia e si riprende la vetta, ma la testa di tutti è già a Firenze

Grazie al successo sulla compagine toscana, la Sidigas irrompe alle final eight di Coppa Italia con uno storico primo posto in campionato. Coach Sacripanti dosa i suoi col contagocce e mette Cremona nel mirino. Pronto il solito maxi-esodo

  • di Raffaello Califano
  • 0 commenti
La Scandone asfalta Pistoia e si riprende la vetta, ma la testa di tutti è già a Firenze

Prima Pistoia e poi Firenze. La Scandone 'si allena' con la lingua toscana in campionato e si prepara al severo esame della Coppa Italia. Il quoziente di difficoltà della sfida oggettivamente bassino consente a coach Sacripanti di adottare provvidenziali scelte conservative in vista del pericoloso incrocio di giovedì con Cremona (beffata a domicilio dalla solita Venezia). Il recupero lampo di Fesenko (18 + 6 'in ciabatte') e il minutaggio ridotto di tutti (o quasi) i veterani sono un buon viatico verso le attesissime final eight - competizione assai compressa ed intensa – laddove la condizione fisica delle partecipanti sarà (come sempre) una delle principali chiavi.

Ben venga comunque 'una passeggiata di salute' in vista del tour de force del prossimo weekend (addirittura 101 a 71 il finale). 'I resti' della The Flexx, priva pure del lungo americano Bond, lasciano immediatamente strada ad una Sidigas carica (40 – 30 a rimbalzo) e precisa (61% da due e 48% da tre). Le 14 schiacciate di N'Diaye e compagni – record assoluto!!! Devastano il ferro della malcapitata avversaria. Fatta eccezione per il metronomo Moore e l'airone Gaspardo difatti il casertano Esposito ha poco o nulla da salvare nell'annunciata batosta rimediata in un Paladelmauro traboccante di entusiasmo. Segni di vita da parte di ognuno (sul parquet anche Sabatino e Parlato), un Rich in crescita (18) e la consueta menzione d'onore per 'mister utility' Scrubb (13 + 7 in soli 18 minuti).

Quintetto base e prestazione solida per il neo 30enne D'Ercole, che festeggia al meglio il compleanno contro la squadra della sua città. Elettrizzante l'atmosfera creata dal pubblico biancoverde che – alla spicciolata – è pronto ad invadere il Mandela Forum. Molti da giovedì, tantissimi da sabato (in caso di auspicato e pronosticato passaggio del turno). Oggi defaticamento, da domani la tattica. Ma la Vanoli è già nel mirino.

Ultima modifica ilLunedì, 12 Febbraio 2018 12:32

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.