Background ADV
  • Sabato 23 Giugno 2018 - Aggiornato alle 18:13

Tutto facile per la Sidigas: 89-71 e gara mai in discussione

Avellino stacca Brindisi nel primo quarto e non si guarda più indietro. Grande prova di Fitipaldo.

Tutto facile per la Sidigas: 89-71 e gara mai in discussione

Ultimo quarto – All’inizio del tempo arriva anche un canestro da tre per Parlato che riporta i suoi sul +23. La partita continua a seguire il canovaccio del terzo quarto con Brindisi che prova a scendere sotto di 20 punti di vantaggio e La Sidigas che puntualmente risponde: Giuri segna e subisce il fallo e Fitipaldo segna in penetrazione; Mooore va a canestro e Scrubb punisce con i piedi dietro l’arco. La partita si spegne piano piano con l’ingresso in campo anche dei giocatori che di solito siedono in fondo alla panchina, come Esposito. Il match termina 89-71.

Terzo quarto – questa frazione di gioco ha davvero poco da dire con Brindisi che prova disperatamente a rimanere in partita affidandosi al talento dei suoi americani, ma la Sidigas risponde colpo su colpo e continua a rimanere stabilmente sul +20. A 3 minuti dal termine del quarto arriva, dopo un recupero di Filloy, il primo canestro di Lawal, che sigla il 61-37. Nel finale di quarto Moore consente ai suoi, con una tripla, di tornare a -19 ma la tripla sulla sirena di Scrubb fissa il punteggio sul 69-47.

Secondo quarto – Avellino tocca a più riprese il +19, ed in questo momento così positivo il protagonista è Fitipaldo che continua a segnare da tre, ad essere presente in difesa e a servire i compagni, come quando manda Fesenko a schiacciare per il 36-17 che induce Vitucci al secondo time out. Lydeka manda a bersaglio due liberi ma Lawal mette a referto la sua prima stoppata e lancia la transizione avellinese che porta ad una tripla di Fylloy per il +20. Brindisi si affida ancora ai liberi di Lydeka per muovere la retina ma un estroso canestro di Filloy e una tripla di D’ercole lanciano Avellino sul +23 sul 44-21. Il dato sul massimo vantaggio è in continuo aggiornamento e viene reimpostato a 24 quando Rich manda a segno la sua prima tripla. Brindisi prova a riavvicinarsi ma il primo tempo si conclude su uno spettacolare gioco da tre punti di Rich che fissa il risultato sul 52-29.

Primo quarto – L’inizio della gara vede protagonista Fesenko che si fa rispettare in difesa (con due stoppate nei primi due minuti, e con 4 dei primi 6 punti per i biancoverdi. Per Brindisi brilla Mesicek, capace di 4 punti. Avellino mette subito in chiaro che l’intenzione è quella di conquistare i due punti e con Rich (che sale a 4) e la prima tripla di giornata ad opera di Leunen passa a condurre 11-6. Alla metà del quarto c’è l’esordio, attesissimo e applauditissimo, di Lawal. Poco dopo Rich prende una linea di penetrazione e vola a schiacciare costringendo Vitucci al time out sul 13-6. Lydeka prova a scuotere i suoi ma proprio Lawal serve il taglio sulla linea di fondo di Fitipaldo e, nell’azione seguente, Wells segna in contropiede il 17-8. Mesicek prova a metterci una pezza ma Fitipaldo e Zerini colpiscono dall’angolo e portano Avellino sul 23-10. Brindisi sembra impotente davanti alla foga agonistica della Sidigas che, grazie ai canestri di Fesenko e Wells, chiude il primo quarto avanti 27-11.

Presentazione – Dopo l’esordio, poco fortunato, in Europe cup Avellino ricomincia il suo percorso in campionato. Gli irpini devono scrollarsi di dosso questa diffusa sensazione di pessimismo e riprendere a vincere. Brindisi, che è stata protagonista di una delle più rovinose sconfitte di questa annata, è in un periodo negativo essendo in striscia negativa da tre partite. Anche per gli ospiti, dunque, una partita di vitale importanza.

Quintetti - Sidigas Avellino: Filloy, D'Ercole, Rich, Leunen, Fesenko. 

Happy Casa Brindisi: Moore, Mesicek, Smith, Tepic, Lydeka.

Ultima modifica ilDomenica, 11 Marzo 2018 19:32

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.