Background ADV
  • Mercoledì 26 Settembre 2018 - Aggiornato alle 06:29

Il derby ‘nobile’ fra Cantù e Milano, la sfida al vertice tra Venezia e Brescia

Al via una 26esima giornata che si annuncia avvincente e spettacolare. Due le partitissime, tanti gli incroci pericolosi: a cominciare da Cremona – Trento e Varese – Reggio Emilia. Aperta la lotta play off, quasi chiusa quella salvezza

Il derby ‘nobile’ fra Cantù e Milano, la sfida al vertice tra Venezia e Brescia

Il derby 'nobile' fra Cantù e Milano oltre – naturalmente – alla sfida al vertice tra Venezia e Brescia sono – per distacco – le due partitissime di una 26esima giornata elettrizzante ed indecifrabile, che lancia la lunga volata verso la post season. L'atavica rivalità e la beffa dell'andata aggiungono altro peperoncino al big match fra l'orgogliosa Red October e la favoritissima Armani.

I campioni della Reyer – invece – metteranno a dura prova la consistenza della Leonessa, avversaria ostica ed organizzata a prescindere. Il fattore campo e il doppio impegno potrebbero incidere parecchio ma – in linea di massima – le corazzate del campionato conservano i favori di un pronostico incertissimo. Grande interesse per lo stuzzicante accoppiamento fra 'la pazza' Torino (incredibilmente vincente in Coppa Italia) e la storica Bologna (in rampa di lancio). Trasferte particolarmente complesse anche per i mastini feroci di Trento e i diavoli rossi di Reggio Emilia, i quali vogliono strappare punti pesanti in chiave play off sui parquet (temibili) della imprevedibile Cremona e della emergente Varese.

Le incostanti Pistoia e Brindisi – dal canto loro – ambiscono a blindare la già (quasi) certa salvezza superando a domicilio l'enigmatica Sassari e la disastrata Capo d'Orlando la quale – manco a dirlo – spera che la nostra Scandone batta la rivale (probabilmente l'unica) Libertas per la permanenza nella massima serie.

Ultima modifica ilSabato, 14 Aprile 2018 15:13

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.