Background ADV
  • Mercoledì 14 Novembre 2018 - Aggiornato alle 23:03

Vucinic e Nichols ribadiscono l'importanza della vittoria: "Banvit è una squadra giovane e dura."

Il coach cauto sul mercato: “Costello non è grave, Campani è in ritardo”. L’ex Cska ha commentato il suo avvio di stagione: "Non mi sento ancora perfetto ma sto lavorando per arrivarci. Cerco sempre di aiutare i compagni"

Vucinic e Nichols ribadiscono l'importanza della vittoria: "Banvit è una squadra giovane e dura."

La Sidigas vince per la quarta volta in questa Champions e comincia al meglio una settimana che si annunciava complicata. Banvit ha venduto cara la pelle e anche coach Vucinic lo ha sottolineato. “Ci aspettavamo una gara dura e così è stato. Banvit è un team che ha tanti giocatori giovani e giovanissimi senza pressioni. Hanno firmato due giocatori prima di questi match e con Costello e Campani ancora out per noi era una difficoltà ulteriore”

Proprio la condizione di Costello fa nascere qualche dubbio sulle rotazioni corte e fa pensare al mercato. Il coach ci ha tenuto a precisare che l’incidente dell’americano non preoccupa più del dovuto. “Non è un infortunio serio perché non c’è frattura. Le radiografie ci dicono che può tornare in breve tempo e lo staff sta facendo un ottimo lavoro. Alla luce di questi fattori stiamo valutando se aggiungere o no qualcuno al roster.”

Diversa la situazione di Campani, tornato ad allenarsi con la squadra ma ancora indietro atleticamente. Vucinic, in questo caso, non ha negato i problemi legati al completo recupero del giocatore italiano. “Campani ieri si è allenato con la squadra ed è pronto per diventare parte della squadra. La verità è che Luca non ha giocato per tanto tempo e ha bisogno di recuperare. Stiamo considerando di prendere qualcuno ma non posso ancora dirvi di più”

Con il coach in conferenza c’era, come sempre in Europa, un giocatore. Questa volta è toccato a Demetris Nichols, tra i protagonisti della vittoria con 22 punti. Il giocatore ha sottolineato l’importanza dei due punti e ha fatto una piccola disamina sulla sua stagione, respingendo al mittente le accuse di aver iniziato sottotono. “È stata una partita dura perché loro sono una squadra giovane e combattiva. Noi siamo riusciti a prendere buoni tiri e abbiamo vinto meritatamente. Non siamo riusciti chiudere il match quando ne avevamo la possibilità ma dobbiamo continuare a migliorare e lavorare. L’importante era la vittoria. Personalmente ancora perfetto ma cerco sempre di aiutare la squadra in ogni occasione. Spero di migliorarmi ancora. Per quanto riguarda l’avvio lento non capisco a cosa vi riferiate. Questo è uno sport di squadra e noi abbiamo vinto spesso”

Ultima modifica ilGiovedì, 08 Novembre 2018 11:47

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.