Background ADV
  • Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 03:11

Scandone, buone notizie per Nichols: infortunio meno grave del previsto

La situazione dell'ala americana sembra migliorare e i nuovi esami "americani" potrebbero aver sovvertito la prima diagnosi. Ancora ambigua la situazione di Costello che si sottoporrĂ  a sua volta ad ulteriori visite.

Scandone, buone notizie per Nichols: infortunio meno grave del previsto

Finalmente una buona notizia per la Scandone. La pausa sta permettendo agli uomini di Vucinic di recuperare le energie e, laddove necessario, di recuperare dagli infortuni. Proprio dall’infermeria sono arrivati i più preoccupanti campanelli d’allarme in questa prima fase e, prima della partita contro Venezia, i campanelli erano diventati campane. Quando Nichols si è fermato la rotazione della Sidigas è diventata risicata, lasciando a Vucinic veramente poche carte da giocare. Per questo Alberani ha iniziato a sondare il mercato alla ricerca di un giocatore che potesse sopperire alle mancanze.

Ma il problema potrebbe essere rientrato. Il giocatore americano, infatti, si è sottoposto nella giornata di ieri ad ulteriori test negli States, dall’ambiente Sidigas filtra ottimismo. Queste buone sensazioni potrebbero essere confermate da un comunicato della stessa Scandone nel pomeriggio o, al più tardi, nella giornata di domani. Il problema di Nichols potrebbe dunque essere meno grave del previsto e le settimane di stop potrebbero drasticamente ridursi, passando dalle almeno sei inizialmente preventivate ad un probabile rientro nella settimana che seguirà la partita contro Pesaro. Se questo scenario fosse confermato le strategie della Scandone cambierebbero e il rinforzo potrebbe arrivare nel pacchetto lunghi.

Con Luca Campogrande che dovrebbe tornare ad allenarsi con i compagni e con Campani ormai stabilmente in rotazione, l’unico vero dubbio rimane Costello. Il centro, che ha ben impressionato nelle partite disputate in canotta biancoverde, avrebbe dovuto reintegrarsi al gruppo durante la sosta ma per ora non arrivano conferme e anche per lui il responso arriverà dopo ulteriori esami alla caviglia con la speranza che il problema non si protragga ulteriormente.

Questo potrebbe spingere Alberani a cercare un profilo diverso da quelli ipotizzati dopo l’infortunio occorso a Nichols, con l’intento di trovare un giocatore in grado di rendere il lavoro di coach Vucinic più semplice.

Il profilo da tenere maggiormente sott’occhio resta comunque quello di Silins, in uscita da Trieste e con il quale la Scandone sta parlando. C’è ancora distanza economica ma l’intesa tecnica sembra essere raggiunta. Questo tuttavia non esclude, come detto, un tentativo per un giocatore in un altro ruolo, con il nome di Patric Young che sembra rappresentare una valida alternativa. Bisognerà dunque capire le intenzioni della Scandone e le reali condizioni di Young, protagonista qualche stagione fa con la maglio dell’Olympiakos ma mai sceso in campo con Milano nella scorsa stagione, proprio a causa di tanti problemi fisici.

Ultima modifica ilVenerdì, 30 Novembre 2018 16:36

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.