Background ADV
  • Venerdì 22 Marzo 2019 - Aggiornato alle 13:27

Vucinic soddisfatto: "L'importante era tornare a vincere"

Il coach si è detto ampiamente appagato dal risultato, senza però dimenticare la necessità di continuare a lavorare per migliorarsi ulteriormente: "Positivo il ritorno di Nichols, E' il giocatore più solido che abbiamo. Non siamo contenti di noi stessi ma lavoriamo per migliorare"

Vucinic soddisfatto: "L'importante era tornare a vincere"

Nenad Vucinic è stato chiarissimo in sede di conferenza post partita: l'importante erano i due punti e sono arrivati. Il coach ha, a più riprese, ricordato quanto sia difficile entrare nuovamente in ritmo quando si sospendono gli allenamenti e non si giocano match per un lungo periodo e ha sottolineato la durezza dell'avversario.
"E' stata una partita molto dura. Pesaro è una squadra giovane e di talento. In più occasioni durante il match abbiamo avuto la possibilità di scappare e vincere ma molto del merito va dato a Pesaro. Sono contento per la vittoria e per aver ricominciato a lavorare per riprendere il ritmo partita. Ora dobbiamo lentamente reintegrare i giocatori che vengono da infortuni, come Campogrande, che ha fatto solo due allenamenti, e Costello. Dobbiamo lavorare anche per Young. Sono comunque felice per la vittoria che cancella parzialmente la disastrosa gara contro Venezia."

Negli ultimi minuti il coach ha optato per un quintetto piccolo, senza lunghi di ruolo. Questa scelta ha dato modo a Pesaro di dominare a rimbalzo in quei minuti ma Vucinic ha spiegato le sue azioni.
"Dopo le partite si ragiona sui se e sui ma, la mia idea era quella di giocare aggressivi e pressare molto Blackmon sui pick'n'roll"

La Sidigas ha mostrato poca continuità, sia in attacco che in difesa. Anche qui il coach ha detto la sua, dando molto merito agli avversari.
"Come prima cosa Pesaro è un'ottima squadra con tanti punti nelle mani. Logicamente anche la pausa non ha aiutato perché ora dobbiamo riprendere ritmo. Nella seconda parte del match si è visto come stiamo lavorando. Logicamente dobbiamo ancora migliorare molto. Non siamo contenti e sappiamo che possiamo giocare meglio. L'importante era vincere e lo abbiamo fatto. Al rientro dalla pausa non è mai facile."

Tra i vantaggi della sosta c'è sicuramente il ritorno di Nichols, che doveva stare fuori per un lungo periodo e che invece è tornato in campo fornendo una grande prestazione.
"Nichols è una roccia. E' il giocatore più solido che abbiamo. Fa un sacco di cose che non si vedono nelle statistiche e quando si è fatto male per noi era un'enorme preoccupazione."

Come detto la Sidigas ha sofferto molto sotto canestro quando Ndiaye non era sul parquet. A tal proposito l'inserimento di Young potrebbe risolvere il problema.
"Non si è ancora allenato con la squadra e dobbiamo valutarlo in allenamento. Aspettiamo anche Costello. Valuteremo Young tra domani e dopo domani e vedremo se farlo esordire in Champions"

Ultima modifica ilLunedì, 10 Dicembre 2018 09:21

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.