Background ADV
  • Giovedì 25 Aprile 2019 - Aggiornato alle 13:47

Valenza: “Sykes non si muove da Avellino. Bravo a sfruttare la partenza di Cole”

L'agente della guardia di Chicago rassicura l’ambiente sotto l’aspetto sportivo ed economico : "discuteremo del suo futuro a giugno”

Valenza: “Sykes non si muove da Avellino. Bravo a sfruttare la partenza di Cole”

Nel momento più delicato della stagione della Sidigas Avellino è venuta fuori la forza del gruppo, capace di compattarsi, dimenticarsi dei problemi societari e delle pesanti sconfitte in campionato contro Venezia e Trieste. Il giocatore che più di tutti si è messo in evidenza è sicuramente Keifer Sykes, uscito da una spirale di prove negative del mese di Novembre per diventare il faro offensivo di una squadra che ha già a roster giocatori di talento come Nichols e Green. Il numero 28 di Chicago ha saputo sfruttare la partenza di Cole per farsi trovare pronto nel momento in cui coach Vucinic gli ha dovuto concedere più minuti e più libertà e ha finito col diventare un giocatore chiave, fino ad esplodere in una grandissima prestazione contro l'Olimpia Milano da ben 31 punti.

Il momento positivo di Sykes è sotto gli occhi di tutti, siamo stati fortunati a poter raccogliere le parole del suo agente, Marco Valenza, apparso entusiasta quanto i tifosi irpini delle ultime uscite del suo assistito.
"Keifer sta facendo ottime prestazioni. Avere di più la palla in mano è una cosa che lo aiuta, come il fatto di avere tanti minuti. Sicuramente la partenza di Cole è stato un fattore perché nelle rotazioni è venuto a mancare un giocatore importante e lui ha saputo sfruttare l'occasione. Non è la prima volta che accade che in una squadra manchi un elemento importante e non sempre chi subentra coglie l'occasione e regge la pressione. Sykes è stato bravo ad approfittarne."

E pensare che lo scorso anno Sykes militava ancora nella seconda serie turca, dopo aver avuto un'esperienza in Corea. L'agente del giocatore ha sottolineato la bravura di Alberani nel comprendere le potenzialità del suo assistito ma ha anche sottolineato come il giocatore non fosse proprio del tutto sconosciuto al grande pubblico.
"Alberani è un ottimo general manager e non è la prima volta che conclude operazioni del genere: ha fatto tanti colpi di questo tipo. In ogni caso Keifer non era nascosto, perché è un giocatore controllato dai San Antonio Spurs, una squadra che ha diversi italiani nel proprio staff. Ha deciso due anni fa di andare in Corea per una questione economica, dato il vantaggioso accordo, ma ora è felice ad Avellino."

Lo stesso Sykes ha confermato negli scorsi giorni la sua voglia di continuare la sua esperienza in biancoverde, nonostante tutte le difficoltà di gestione che in questo momento la società di Via Zoccolari sta avendo. Il procuratore conferma che il giocatore ha ricevuto gli emolumenti arretrati ed ha chiarito ulteriormente il pensiero del suo assistito.

"Il suo unico pensiero è alla prossima partita contro Pistoia. Come tutti gli americani il suo sogno è quello di giocare un giorno in NBA. Facendo un parallelismo è come per un italiano che inizia a giocare a calcio: tutti vogliono finire in nazionale. Per ora sta bene ad Avellino, discuteremo del suo futuro solo a giugno. Le possibilità che parta non sono più alte di quelle di qualsiasi altro giocatore in una qualsiasi altra squadra del campionato."

Ultima modifica ilVenerdì, 11 Gennaio 2019 14:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.