Background ADV
  • Mercoledì 23 Agosto 2017 - Aggiornato alle 02:40

Novellino spazza il campo dalle polemiche: "In piena sintonia con la mia società"

Il tecnico prima della partita di Coppa con il Verona: "Sono il garante del progetto, D'Angelo e Asencio sono nostri calciatori"

Novellino spazza il campo dalle polemiche: "In piena sintonia con la mia società"

Vigilia di Tim Cup per l'Avellino. Domani sera alle 20:30, i lupi, affronteranno l'Hellas Verona. Alla vigilia del match in terra veneta, il tecnico dei biancoverdi, Walter Novellino ha fatto il punto. "Voglio fare un piccolo inciso - dichiara - Ho lavorato con Marotta e Paratici, due che oggi fanno parte del calcio che conta. Abbiamo cambiato più volte idea, in tutti gli inizii di una stagione si cambia. Vorrei chiarire che anche all'ultimo secondo noi cercheremo di creare delle situazioni favorevoli. La mia società sta cercando di venirmi incontro su tutto, per aiutarmi a costruire la squadra". Io, Enzo e Massimiliano condividiamo tutto. Anche la pizza. Poi magari ogni tanto si può anche discutere, ma questo c'entra poco".

Altro chiarimento anche sugli screzi con il capitano "Se vado a dire qualcosa a D'Angelo vado a dirgliela, non è che a spetto. Ma non c'è stato nulla". E su Asencio "l'ho voluto io, Enzo sappiamo le qualità che ha. Ci vuole tempo, dalla primavera passare alla prima squadra ci vuole tempo. Se dimostra di avere più qualità di Ardemagni e altri io sono il primo a metterlo dentro, ma adesso deve crescere"

"Stiamo costruendo qualcosa di importante - continua - stiamo facendo dei grandi sacrifici. Sia io, pubblico e società vogliamo partire bene, tutti stiamo facendo sacrifici. Sono un pò il garante di tutti, l'obiettivo è soffrire meno, siamo compatti. La società sta facendo di tutto per prendermi Morosini e Marchizza, aspettiamo un attimino. A noi servono elementi di qualità, di fantasia."

E sul Verona: "Andiamo ad affrontare una squadra importante - spiega - Hanno diverse individualità forti, tra cui Verde a cui vanno i miei ringraziamenti per quello che ci ha dato. E' una partita dove non vogliamo fare la controfigura. Andiamo a giocarcela contro una squadra che l'anno scorso è stata promossa in serie A ed ha cambiato soltanto 4 - 5 elementi". 

Ultima modifica ilSabato, 12 Agosto 2017 12:52

Video

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.