Background ADV
  • Mercoled√¨ 22 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:03

Stroppa: "la sconfitta è colpa mia, ho provato a cambiare ma non abbiamo reagito"

Stroppa: "la sconfitta è colpa mia, ho provato a cambiare ma non abbiamo reagito"

¬ęNon √® sta una questione di modulo - spiega Giovanni Stroppa al termine della partita persa malamente con l'Avellino. Nei primi dieci minuti dovevamo essere sotto di due o tre gol, mi assumo tutte le responsabilit√† di questa sconfitta¬Ľ.

L'ex calciatore del Milan continua  ¬ęCon il cambio forzato ho cercato di riportare nei canoni la squadra. Ma siamo stati troppo leggeri nel cercare la via del gol. Mi aspettavo l'Avellino cos√¨, avevamo preparato la gara per giocare in maniera differente, con i tre difensori speravo di palleggiare meglio ma siamo stati lenti e prevedibili, abbiamo creato davvero troppo poco. Non siamo stati cattivi¬Ľ. A fine partita √® andata sotto il settore ospiti insieme alla squadra "Ho chiesto scusa ai nostri tifosi, mi sembrava giusto assumermi le responsabilit√† di tutto. Per concetti, la squadra nel palleggio basso non doveva incontrare difficolt√†. Non c'√® stata partita, ci siamo fatti saltare con facilit√†. Da questa situazione si esce da uomini, ripeto io per primo insieme ai ragazzi dobbiamo capire i problemi. Io credo che le qualit√† della squadra sono morali, dobbiamo dare qualcosa in pi√Ļ. Usciamo da questa sconfitta con delusione, ora servir√† cattiveria per uscire".

"Dopo lo svantaggio sembrava che potevamo rimetterla in carreggiata - spiega - Io non punto il dito verso i miei giocatori. Ho cambiato, solo perch√® ho visto diversi calciatori carichi, i segnali erano quelli di mettere una punta in pi√Ļ. Mi sento in discussione, ripeto mi sento il primo a prendersi le responsabilit√†. Credo che con Beretta e Mazzeo potevamo avere maggior profondit√†, ma non ha funzionato".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.