Background ADV
  • Lunedì 25 Settembre 2017 - Aggiornato alle 18:51

Ardemagni a cuore aperto: "Ad Avellino mi sento a casa. Le mie esultanze..."

Il bomber dei lupi mette nel mirino la sfida contro il Cesena: "Bisognerà giocare con grande attenzione"

Ardemagni a cuore aperto: "Ad Avellino mi sento a casa. Le mie esultanze..."

Entusiasmo a mille in casa Avellino. Nello spogliatoio dei lupi la parola entusiasmo, il più delle volte, fa capo a Matteo Ardemagni. Il bomber milanese nelle prime giornate ha timbrato tre volte il cartellino della classifica dei marcatori. "Siamo molto felici di come stanno andando le cose - spiega - Ora dobbiamo trovare il giusto equilibrio, ma allo stesso tempo bisognerà dosare le energie mentali e fisiche".

Nel mirino del bomber c'è il Cesena. "Nel prossimo turno affronteremo una sfida difficile - racconta - Bisognerà giocare con la massima attenzione. Non facciamoci ingannare dalla classifica, non è il momento di guardarla". Nelle prime tre giornate di campionato è venuto fuori il lavoro delle fasce: "Conoscevo molto bene Molina - continua Ardemagni - Bidaoui ha delle caratteristiche importanti. Se fanno bene, posso fare più gol anche io".

Ritornado alla sfida contro il Foggia, Ardemagni, svela la sua esultanza "ignorante": "Ho gli addominali e finché ce li ho li sfrutto - spiega - Poi quando si vince è tutto più bello. Non siamo il Real Madrid ma sarebbe bello fare 40 vittorie su 40, sappiamo che dovremo soffrire, ma l'entusiasmo deve essere sempre alto". In conclusione, Ardemagni, spende parole al miele per la piazza: "Avellino ti fa sentire giocatore - rivela - Sarebbe un grande onore per me chiudere la carriera qui".

Ultima modifica ilMercoledì, 13 Settembre 2017 12:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.