Background ADV
  • Martedì 16 Gennaio 2018 - Aggiornato alle 16:15

Giovani e prestiti: i primi obiettivi del mercato di riparazione dell'Avellino

Cabezas e Wilmots i primi nomi sul taccuino dei dirigenti biancoverdi. Difficoltà in uscita per Moretti, via anche Paghera e Suagher

Giovani e prestiti: i primi obiettivi del mercato di riparazione dell'Avellino

Si apre con i nomi sul taccuino di Bryan Cabezas e Reno Wilmots il mercato di rafforzamento dell'Us Avellino. Da oggi i contatti fino ad oggi informali tra il ds Enzo De Vito, il presidente Walter Taccone ed i rappresentanti o loro delegati delle altre società diventeranno ufficiali. I biancoverdi hanno bisogno di innesti di esperienza e qualità per uscire definitivamente dai bassifondi della classifica. Novellino ha comunicato le caratteristiche dei calciatori di cui ha bisogno. Fari puntati in mezzo al campo ed in attacco alla ricerca soprattutto del sostituto di Morosini. Entrambi classe 97, sia Cabezas che Wilmots hanno visto poco il campo da calcio negli ultimi due anni. La punta laterale ecuadoregna arriverebbe in prestito come sempre dall'Atalanta. Stellina della nazionale under 20 sudamericana, a Bergamo non ha mai calcato il campo. Girato in prestito al Panathinaikos in questa stagione ha collezionato 9 presenze per 450 minuti finendo spesso fuori dai convocati. Nello scacchiere biancoverde potrebbe occupare anche il posto di Morosini, anche se numericamente è più indicato a prendere il posto di Camarà. Radio mercato indica anche Simone Palombi (21) nel mirino della società biancoverde. Di proprietà della Lazio dove ha disputato la prima parte di stagione esordendo in serie A, la scorsa stagione ha giocato con la maglia della Ternana segnando 8 reti.

Embed from Getty Images

Discorso diverso per Reno Wilmots. Il 20enne milita nel Roeselare in serie B belga dopo aver fatto la trafila nelle giovanili del St Truiden e Standard Liegi. Zero presenze in tutto in prima squadra, il nome di Wilmots era finito sul taccuino dei dirigenti biancoverdi in estate. I precedenti acquisti belgi (Bastien, Omeonga, Ngawa) della società di Walter Taccone dovrebbero far ben sperare, ma in questo caso sembra più una trovata mediatica portare in Italia il figlio del più famoso Marc protagonista in Europa e con la maglia della nazionale belga prima di diventarne anche allenatore. Qualità tecniche a parte, scarsa conoscenza del campionato e ambientamento non fanno di Wilmots il calciatore su cui Novellino può contare da subito per il suo centrocampo. Occhi quindi su Emanuel N'Doj (21) 9 presenze al Brescia ma di proprietà della Roma. Arriverebbe ovviamente in prestito come Simome Emanuello (23) di proprietà sempre dell'Atalanta ma in prestito al Perugia dove ha collezionato soltanto 7 presenze.

Nonostante la solita pattuglia di prestiti sia pronta ad approdare in biancoverde, la priorità del sodalizio biancoverde e innanzitutto sfoltire la rosa liberandosi di quegli elementi in esubero, ritenuti non idonei al progetto e perchè no anche di qualche ingaggio oneroso. Il primo indiziato a lasciare i biancoverdi è Fabrizio Paghera già in predicato di dire addio a giugno. Molte le squadre di serie B interessate al cartellino dell'ex Lanciano. L'ultimo interessamento è della Pro Vercelli, ma informazioni le hanno chieste anche il Brescia e la Salernitana. Segnale che il 26enne centrocampista in cadetteria proprio male non ci sta. Discorso diverso per Federico Moretti (29) in lista di sbarco esattamente ad un anno dal suo arrivo. L'ex Latina ha deluso anche in Irpinia, troppo discontinuo e lento per la categoria, si fatica a trovargli una sistemazione anche se nelle ultime ore il suo estimatore Pasquale Marino si sarebbe fatto avanti per averlo al Brescia. Anche in difesa data l'abbondanza, è prevista almeno un'uscita. Uno tra Suagher e Kresic (entrambi in prestito dall'Atalanta) dovrebbe salutare. Sarà quasi certamente l'ex Carpi e Bari a trasferirsi, la Virtus Entella è vicina al suo ingaggio. Si cerca una soluzione in prestito per il laterale sinistro Eric Gliha giunto in Irpinia a novembre e mai sceso in campo. Andrà a farsi le ossa alla Casertana, come spesso accade, l'attaccante guineiano Idrissa Camarà bocciato da Novellino. Mentre resta da definire la posizione di Matteo Ardemagni. Il bomber lombardo sembra aver imbroccato una delle stagioni negative che ne hanno condizionato la carriera. Alla finestra c'è più di mezza serie B pronta a prenderlo, ma gli yuan cinesi , a 30 anni, potrebbero essere uno stimolo enorme per una esperienza in Oriente.

 

Ultima modifica ilMercoledì, 03 Gennaio 2018 08:12

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.