Background ADV
  • Marted√¨ 21 Agosto 2018 - Aggiornato alle 06:57

Avellino che beffa! Il Cesena pareggia all'ultimo secondo con l'unico tiro in porta

Finisce in parità al Partenio Lombardi. Botta e risposta nel recupero. Moretti porta in vantaggio dal dischetto i biancoverdi, risponde Cacia nell'ultima azione. Prima solo i ragazzi di Novellino in campo

Avellino che beffa! Il Cesena pareggia all'ultimo secondo con l'unico tiro in porta

Avellino - Cesena: 1-1 (91' rig. Moretti; 96' Cacia)

LA SINTESI: Un buon Avellino raccoglie un misero punto contro il Cesena. I bianconersi segnano al 97' con l'unico tiro nello specchio della porta di tutta la partita e strappano un punto immertitato. L'Avellino era passato in vantaggiato al 91' con un calcio di rigore di Moretti (in copertina, foto di Alfredo Spangnuolo) procurato da un furbo Falasco. Partita a senso unico, Novellino aveva imbrigliato bene la formazione di Castori con il 3-5-2. Almeno quattro le occasioni capitate a Matteo Ardemagni ed un palo colpito. Fulignati compie un paio di parate spettacolari tra cui un quasi gol di Migliorini. Benino Wilmots all'esordio soprattutto nella prima fase del primo tempo. Le tre M in difesa si sono dimostrate una garanzia. Un passo indietro lo ha fatto registrare Raul Asencio apparso in ombra.

LA PARTITA: Senza Ngawa e D'Angelo squalificati, Gavazzi, Bidaoui e Castaldo infortunati oltre ai lungodegenti Morosoni e Lasik, Novellino cambia modulo per fronteggiare il Cesena. Difesa a tre con Migliorini, Morero e Marchizza. Sulle fasce agiscono Laverone e Rizzato. I tre di centocampo sono Di Tacchio, Molina ed il belga Wilmots all'esordio assoluto. In avanti il recuperato Ardemagni subito in campo con Asencio. Solo panchina per Vajushi.

Castori deve fare a meno dello squalificato Di Noia sostituito da Fedele. Confermato il 4-4-2 con Jallow e Moncini d punta. Solo panchina per Cacia, Emmanuello il neoarrivato Chiricò e l'ex Suagher. In campo l'altro ex Donkor.

PRIMO TEMPO - L'Avellino parte bene, lo schieramento tattico scelto dal tecnico biancoverde mette in difficoltà Castori. Fasce bloccate e centrocampo in superiorità numerica. Nella prima mezzora c'è solo una squadra in campo. Due le occasioni per Ardemagni nei primi 15 minuiti. Al 12' colpisce il palo a Fulignati battuto, servito da Rizzato. Dopo tre minuti è Laverone ad impegnare da fuori il numero uno cesenate. I biancoverdi si rendono pericolosi anche su calcio da fermo muovendo le torri difensive. Wilmots parte bene facendosi apprezzare qualitativamente. Ma con il passare dei minuti il suo apporto è venuto meno. Il Cesena riesce a prendere le misure ai ragazzi di Novellino, soprattutto indietreggiando Vita sulla fascia destra dove Rizzato fa quel che vuole. Il primo tempo finisce 0-0, meglio l'Avellino. Cesena non pervenuto in fase offensiva.

SECONDO TEMPO - Non ci sono cambi nella ripresa. La prima occasione è di Asencio dopo tre minuti che di testa colpisce su un cross di Molina impegnando Fulignati. Al 54' primo tiro verso la porta del Cesenza ad opera di Laribi, ma la palla finisce fuori. Novellino toglie dal campo Wilmots sparito dal campo e ripropone Moretti dopo un mese da separato in casa. Castori si affida all'esperienza di Cacia e Cascione. Ma è l'Avellino ad avere due buone occasioni. Prima Di Tacchio impensierisce da fuori area. Poi tocca a Migliorini sugli sviluppo di un calcio da fermo ad incornare, ma il numero uno cesenate salva smanacciando la palla sulla traversa. La partita scorre sempre sugli stessi binari. L'Avellino gioca ed il Cesena si limita a difendere provando ad addormentare la partita. All'80 ci pensa Ardemagni a rendersi pericolosi. Cross dalla fascia del neo entrato Falasco, l'attaccante biancoverde svetta su Esposito e Scognamiglio e costringe Fulignati ad una partita molto difficile. All' 89' Donkor atterra Falasco al limite dell'area. Per l'arbitro alcuna esitazione è calcio di rigore. Dal dischetto inaspettatamente c'è Federico Moretti. Il n.4 trafigge Fulignati e corre sotto la curva per festeggiare con i tifosi (1-0). L'ex Catania fuori rosa fino a 10 giorni fa si sfoga mandando a quel paese qualcuno e piangendo. La partita sembra chiusa. Novellino toglie un attaccante, fuori Ardemagni e dentro De Risio. Il Cesena si spinge in avanti. Sull'ultimo affondo si procura il secondo calcio d'angolo della partita. Batte Kupisz, sponda di Esposito ed il rapace Cacia brucia sul tempo Falasco (colpevole) e mette alle spalle di Radu il primo tiro nello specchio della porta (1-1). Ghersini fischia.

IL TABELLINO

AVELLINO (3-5-2): Radu; Laverone, Morero, Migliorini, Marchizza; MolinaWilmots(60' Moretti), Di Tacchio, Rizzato (76' Falasco); Asencio, Ardemagni (94' De Risio).

A disp.: Lezzerini, Pecorini, Moretti, Kresic, Vajushi, Falasco, De Risio, Evangelista, Cabezas. All.: Novellino.

CESENA (4-4-1-1): Fulignati; Donkor, Esposito, Scognamiglio, Fazzi; Vita, Schiavone, Fedele (64' Cascione), Laribi (75' Kupisz) ; Jallow; Moncini (60' Cacia).

A disp.: Agliardi, Melgrati, Perticone, Cascione, Eguelfi, Chiricò, Cacia, Suagher, Dalmonte, Kupisz, Ndiaye, Emmanuello. All.: Castori.

Ammonito: 27' Molina (AV); 35' Vita (CE), 60' Moretti (AV)

Ultima modifica ilDomenica, 11 Febbraio 2018 09:31

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.